Mosquito 1/72 Tamiya.

edited July 2014 in L' Hangar (WIP)

Archiviato il caso Nieuport 11, invece di abdare avanti col Pucarà, mi son trovato a fare un' altro aereo su commissisone. Ecco l' inizio, abitacolo dettagliato con set fotoinciso Eduard e scratch.

Notte!!!!

 

 

«1

Commenti

  • E questo è in 1/72 ?? Ottimo inizio, veramente notevole !!!!!
  • alla faccia del lavoretto su commissione, ma il cliente è lo sceicco dell'oman? :-D
  • edited July 2014
    1/72? Macchè, è l' Airfix in 1/24 =)) =)) =))

    e purtroppo il filantropo non è uno sceicco!! :(
  • 1/24 ?? Ok, allora mi sento un po´ meglio !!!
  • Complimenti davvero bello. Meno male che ci sono le foto perché alla fine mi sa che degli interni si vedrà veramente poco...ed è un vero peccato!
    Ciao
    Mirco
    p.s. ma dove trovi il tempo per fare tutti questi modelli con tanti dettagli autocostruiti?
    p.p.s. purtroppo non sono riuscito a venire a Stresa. Mi sarebbe piaciuto scambiare due chiacchiere di persona!
  • Tre sere, un paio d'ore e gli interni erano fatti. Alla fine i lavori sono sempre quelli,più' ne fai più' veloce diventi.
    Peccato per Stresa, ma vedrai che l'occasione per incontrarci non manchera'.
    Ciao,
    Roberto
  • Dopo aver dato l' interior green ad aerografo,la zanzara mi è accidentalmente finita nel bagagliaio dell' auto, assieme alla scatola dei valleio e qualche pennello, emi hanno , sempre accidentalmente si intende, seguito al mare. Approfittando di qualche siesta pomeridiana, e di un clima gradevole..... Unicanota dolente, non avevo "accidentalmente" portato con me l' acetato per il vetrino del collimatore, così ho dovuto reperire del materiale tecnico alternativo: scatola dei pomodorini Despar!!!

  • Fantastico... questi modelli stato-dell'-arte sono goduria pura. E hai ragione, una volta che hai sperimentato per bene i trucchi si tratta solo di divertirsi! :-P
  • ma perchè l'interno in interior green ? mi pare una bestemmia di quelle veramente grosse ... da scomunica, fors'anche da rogo con l'accusa di stregoneria coloristica ... :(
  • amministratori, urge l'aggiunta di una emoticons ... la faccina legata ad un palo che brucia ! :-W
  • diciamoci pure , ma resti fra noi, che senza mettersi a ricolorare tutto, basta pubblicare le foto correggendole un po' e nessuno potrà dire niente ... ;-)ok, eticamente non sarà condivisibile, ma voglio poi vedere chi se ne accorgerebbe ... facciamo sparire quelle in interior green e vai !

    Aloalatruffaèservita

  • Rispondo in ritardo causa battuta di pesca.
    In realtà ho dato l' interior green USA, che è bello vivo, e poi sopra una velatura del colore Inglese, non ricordo il nome, fatto con un mix di Tamiya come suggerito da scatola.
    Nelle foto fatte con una sola lampadina a luce calda, appaiono più "interior green" di quello che sono in realtà.
    Comunque il discostarsi dalla tonalità reale, ed ottenere colori più accesi, (notate come ho schiarito spigoli, traliccio di supporto delle radio ecc....) serve a far si che, tali dettagli non spariscano una volta chiuso il tettuccio, nell' ombra dell' angusta fusoliera.
    Quello che appare in una foto macro, fatta sotto una lampadina, non è quello che si vedrà a modello chiuso.
    Sembra un paradosso, ma se dovessi fare un Mosquito in 1/24, 32,48 e 72, non ne farei due uguali, partirei dal colore corretto in 1/24, per poi passare a colori sempre più vivi e brillanti a mano a mano che mi avvicinassi al 72. So che molti non approvano, ma io faccio così......
  • mah ... certo il risultato in foto è cannato di brutto. Sono d'accordo sul fatto che nelle varie scale le luci siano fatte risaltare in modo diverso per cui un 24 avrà passaggi diversi rispetto ad un 72, ma sono assai più scettico sul partire da un interior green che non centra nulla con il colore inglese per ottenere un effetto più marcato ...aloascetticoassaianzicontrario ;-)
    ma dopo tutto ogni modellista fa il suo modello.
  • Che programma usi per taroccare le foto? 0:-)
  • edited August 2014
    Photoshop, ma penso che l'operazione ti possa riuscire anche con programmi meno "dotati" che magari ti scarichi free dalla rete. Verifica che questi programmi abbiano dei comandi per la correzione selettiva dei colori e andranno bene come fotoscioppete
  • Per taroccare le foto puoi agire direttamente alla fonte, impostando il bilanciamento del bianco in modo corretto, se la tua macchina fotografica te lo permette.
    Dovresti impostarlo su luce con lampadina incandescente, di solito il simbolo è la forma della classica lampadina.

    Ciao,
    Rodolfo.
  • Grazie, di solito lo faccio, ma adesso sono al mare, lavoro in condozioni un po' disagiate, e senza le solite luci, non nascondo che questi cambiamenti qualche difficoltà me la creano, sono un vero pivelllo in fatto di fotografia!
  • Ma per bilanciare il bianco non servono luci o altro. Se la macchina è predisposta, basta agire sui settaggi della stessa e le foto cambiano, anche di parecchio.
    Dovrebbe essere indicato come WB.
    Che macchina hai?

    Ciao,
    Rodolfo.
  • Cannon A540, è predisposta, in passato l' ho fatto, forse devo riprendere la buona abitudine!

    Ciao Roberto
  • Sono andato a vedere il manuale della tua Canon e c'è la possibilità di regolarlo.
    Dal colore delle foto sembra che hai usato delle normali lampadine al tungsteno. Dal menù dovresti impostare il bilanciamento del bianco su tungsteno. Se invece usi delle luci fluorescenti, lampade al neon o quelle a basso consumo, impostalo su fluorescente.
    Al limite fai scatta diverse foto con diversi bilanciamenti e poi scegli quello migliore per le tue condizioni di luce.
    Forse l'unico inconveniente è che, dal manuale, sembra che non ci sia un tasto già predisposto e bisogna per forza passare dal menù per il settaggio.
    Prova ad impostarlo quando cambi le luci e vedrai che avrai sempre foto il più perfette possibile. Almeno come colori.

    Ciao,
    Rodolfo.
  • Per gli interni colorati, trovandomi fuori sede ho usato la luce naturale.

    Ho verificato, e hai ragione, la 540 consente di selezionare il tipo di luce e anche di bilanciare il bianco, da menù.

    Appena rientro a casa faccio un po di prove.

    Ciao Roberto
  • edited October 2014

     

    e siamo alla verniciatura, eccovelo MEZZO COLORATO 0:-) 0:-) e trasformato in MK XVIII con gobbone autocostruito e cannone fornito dal mio spacciatore di fiducia, roba buona, da 57 mm!!! Comunque ho copiato volgarmente quello fatto da Julio Fuente Diaz, in 1/48, lo potete vedere quà:

    Realizzato con le mascherine fotoincise della RB Production.

    Purtroppo nelle foto si perde la differenziazione dei colori dei singoli pannelli, ben visibile sul vero.

    E per finire i tre moschettieri. Tratti da scatola Revell RAF Personnel. Dovrò dipingere anche il tavolo "bicolore"

  • edited October 2014
    non riesco a pubblicare il link!!! Visto che sicuramente siete meno imbranati di me, cercatevelo il Mosquito di Julio!!!
  • Wow gran bell'effetto legno!! :-O
  • ma sto legno è macroscopicamente fuori scala, non mi piace per niente . Sarebbe stato un bel lavoro ma viene rovinato in toto da questo fattore. :(
  • In effetti, se approcci il discorso da un punto prettamente tecnico, la trama del legno è fuori scala. Però dal vivo, visto da debita distanza l' effetto non mi dispiace, ravvivato da una differenziazione, sia del fondo dei singoli pannelli, sia dalla trama, che purtroppo, come ho scritto, si perde causa luci forse troppo gialle. Mi scono scordato di bilanciare il bianco come suggerito da Rodolfo. Comunque sono soggetti strani, è quasi inevitabile che, ad alcuni, possano non piacere, che ci vuoi fare, grazie comunque per il commento sincero. Vedremo quando sarà finito.

    Ciao Roberto
  • Grazie Gabriele, per il link, domani ci sei?
  • Non credo sia questione tecnica, quanto questione di scala. Facciamo le cose in scala o meglio, tentiamo di farle ... può pure capitare che a volte non ci si riesca.
    E' pieno di Macchi italiani con amebe troppo grandi rispetto alla scala, così come strapieno di diorami dove vedi case con mattoni o strutture impossibili, non solo per la statica ... purtroppo però certi fuori scala finiscono per rovinare lavori pure ben fatti, sono quei dettagli che sono pugno nell'occhio ... poi è chiaro che se uno vuol provare, una prima volta ha pure da provarci o non saprà mai cosa accade ! Peccato.
    Sembra quell'ormai scomparso messaggio dentro le gomme da masticare della gioventù, comprate singolarmente nei bazar o nelle parrocchie " ritenta, sarai più fortunato" ... aho, ma qua manca pure il tempo per tentare la prima volta, pure ritentare ora ? :-D :-D :-D
  • a suo tempo ci provò pure un greco:
    http://www.helmo.gr/index.php?option=com_content&task=view&id=1183&Itemid=41
    con risultati interessanti , ma pur sempre in 1/48 ... e non deve essere un caso
  • Si l' avevo visto, non mi convince, meglio quello Spagnolo. Comunque l' hai azzeccata, ho proprio intenzione di riprovarci, nel 2022 quando farò il mio in 1/48. Vediamo se sarò più fortunato! Comunque la trama del legno l' ho fatta con mascherine fotoincise, o le si usano per come sono, o altrimenti bisogna provare con matite colorate o pennellini e colori a olio.

    Ciao Roberto.
  • Premesso che a me l'effetto legno di questo modello piace moltissimo, e l'idea ancora di più (è nei miei piani un soggetto adatto a questo effetto), ti segnalo una possibile alternativa, per il prossimo :

    http://www.uschivdr.com/products-in-detail/
  • di quello greco mi piace:
    la trama in fusoliera
    il fatto che abbia fatto tutto a mano, cosa che rende molto più flessibile la tecnica, per cui anche la sua scalabilità, cosa che ovviamente una mascherina fotoincisa non permette
    Non mi piace
    l'effetto laccato finale del legno
    Unitamente al lucido il legno così virato sull'arancio rosso, quando in realtà il legno è chiarissimo, ma qua con photoshop magari ... :-D
    Un eccesso di venature scure sulle ali

    Fuori dall'effetto legno, da qualche parte, ma non ricordo dove, avevo letto che prima della verniciatura finale sulle parti lignee veniva stesa una vernice protettiva color argento.
    Avevo pure trovato un paio di immagini che sembravano avvalorare una simile operazione, ma dove le ho messe ? In rete erano, quindi magari cercando ... questo giusto per curiosità, non centra nulla con la faccenda legno, anche se è interessante semmai per eventuali scrostature su parti lignee !
  • Tratto da network 54 sempre dallì articolo di Julio. Esempio trama del legno originale.

    Qui alcune immagini di restauri attuali:

    Come si può vedere la mia è una semplificazione, un voler far capire che è di legno, non la riproduzione esatta della realtà. Oltretutto credo venissero anche stuccati, quindi mi aspetterei delle zone a macchie di qualche colore che non vi so dire.

     

    Ciao Roberto

  • verniciatura quasi finita, foto un po' scure.

     

     

  • Spettacolo
  • Effetto legno fuori scala o no gran bel lavoro comunque. Complimenti! Spero che alla fine riuscirai a postare qualche foto con una luce migliore per gustare al meglio il risultato.
    Ciao mirco
  • Qualita´delle foto a parte, che non inficia per nulla il lavoro modellistico, a me piace. Certo, in 1/72 il lavoro di rendere bene il legno nudo non e´dei piu´facili...
  • Meraviglioso, anche nella zona "colorata", l'effetto ombra sulle zone telate è perfetto, e appena gli avrai aggiunto le insegne sarà da teca. :-O
  • edited October 2014
    Non mi aspettavo tutti questi complimenti, per quanto ben fatte, non sempre queste realizzazioni piacciono.

    Grazie a tutti.

    Roberto
  • ..azz...in 1/72.... invidia dura....
  • Di Rato Modelling avevo visto il topic sulla riproduzione delle lamiere ondulate, spettacolare, questo del legno non mi entusiasma, le venature mi sembrano tutte dritte, un po' monotone, questione di gusti, comunque un lavoro notevole. Intanto ho finito e imbasettato il Mosquito, il dioramino è un po' spoglio, dopo i concorsi di Bergamo e Bologna, faccio un po di macchinari da fabbrica, sul lato pavimentato, e magari un veicoletto sul prato.

  • potresti usare per le foto due fondi differenti: quando riprendi il lato "operativo" il bucolico fondo campestre, quando quello "factory" un interno capannone o similia.
    e mi raccomando, niente donnine discinte sulle pagine della rivista che sfoglia il navigatore, che pensi alla missione senza distrazioni ! :-D
  • In effetti un mosquito nudo in mezzo ad un campo stona un po', potrebbe essere offensivo per il comune senso del pudore. A Natale riempio il dioramino con qualche attrezzatura o macchinario e ci riprovo con sfondo adeguato. Pensavo di costruirmi l' autoclave per i bordi d' attacco come quella che si vedein un post precedente.
Sign In or Register to comment.
Origami
Origami is the Japanese word for paper folding. ORI means to fold and KAMI means paper and involves the creation of paper forms usually entirely by folding.

Social