Sono commosso: un Cr42 in 1/32 iniettato!

ICM, novità 2020. Confessatelo, pure voi ne siete commossi. Se tanto mi dà tanto faranno pure i piloti in apposita scatola . Ho quasi una lacrima...

Commenti

  • ...Seduto in quel caffeee', io non pensavo a teeeee"....Oggi, 29 settembre. la icm lancia il cr42 in scala 1/32, commossi modellisti in tutto il paese......
  • Ettepereva...... non che mi dispiaccia, anzi...ma un 200/202/205 no è ?
    Me lo devo auto costruire home made
    Tex49
  • il CR42 lo piazzi un po' ovunque in Europa;
    da noi
    in Svezia
    in Belgio
    in Ungheria
    poi ha effettivamente preso parte alla BoB, prendendosele ma pur sempre c'è stato sui cieli albionici
    Ed in ogni caso non è detto sia il primo e l'ultimo, anzi ... se dovesse vendere bene potremmo avere non poche sorprese da ICM e ad imitazione pure da altri marchi ...

  • modificato 1 October
    scordiamoci un SM79 in 32 da Italeri in ogni caso, perchè non lo faranno mai, ma proprio mai mai mai. Del resto a Norimberga 2020 annunceranno che per i prossimi anni non realizzeranno niente di nuovo, solo tanti splendidi rebox di altri marchi. Questo per tranquillizzare i tantissmi che la notte più non posson dormire per non sapere che novità Italeri intenda fare sotto i secret items !

  • Non male come annuncio, ICM sta lavorando piuttosto benino e un caccia piccolino come il CR.42 me lo vedo bene in questa scala.
  • Purchè non ci ripropongano quello che girava sulle pag. di Radioelettra negli anni '50 assieme al G91 :D :D :D
    Massì va bene anche un CR42 magari gli viene anche bene.
    2 cose : non era la HK che stava lavorando su un S79 in 1/32 ? Qlk cosa era già pronta.
    Nei cieli albionici c'è stato e questo è sicuro, ma ho sentito più di una voce dire che non vi fu mai duello aereo con gli aerei di nonna Elisabetta. I combattimenti, sempre perduti dai nostri aviatori, furono quelli contro la nebbia e le cattive condimeteo.
    Vieppiù non essendo i nostri dotati di efficienti impianti radio erano una costante preoccupazione dei nostri "alleati" che non sriuscivano a sapere la loro posizione con certezza ::
    Tex49
  • Tex ha detto:
    Purchè non ci ripropongano quello che girava sulle pag. di Radioelettra negli anni '50 assieme al G91 :D :D :D
    Massì va bene anche un CR42 magari gli viene anche bene.
    2 cose : non era la HK che stava lavorando su un S79 in 1/32 ? Qlk cosa era già pronta.
    Nei cieli albionici c'è stato e questo è sicuro, ma ho sentito più di una voce dire che non vi fu mai duello aereo con gli aerei di nonna Elisabetta. I combattimenti, sempre perduti dai nostri aviatori, furono quelli contro la nebbia e le cattive condimeteo.
    Vieppiù non essendo i nostri dotati di efficienti impianti radio erano una costante preoccupazione dei nostri "alleati" che non sriuscivano a sapere la loro posizione con certezza ::
    Tex49

    In effetti ci furono pochissimi scontri tra i nostri aerei e la RAF, anche per il fatto che il grosso delle nostre missioni fu contro obiettivi costieri, dove non sempre la difesa riusciva a intervenire in tempo. Allo stesso tempo i nostri causarono pochissimi danni agli obiettivi a terra e tutto sommato si può dire che la partecipazione Italiana alla Battaglia d'Inghilterra sia stata veramente un nota a pie di pagina nella storia di quegli eventi
  • non ho notizia di Sm79 in lavorazione da alcuno in quella scala. Certo non sarebbe male che qualcuno vi si dedicasse ... ovviamente in plastica iniettata 
    quanto al Cr42 il web pullula di informazioni secondo le quali noi di certo non riuscimmo a fare danno ma fummo presi a calci nel sedere... da Hurricane in ogni caso, non da Spitfire. 

  • Wow, un Cr.42 in 1/32, lo voglio :p 
  • gioca ha detto:

    quanto al Cr42 il web pullula di informazioni secondo le quali noi di certo non riuscimmo a fare danno ma fummo presi a calci nel sedere... da Hurricane in ogni caso, non da Spitfire. 

    Mah, alla fine ci furono solo un paio di veri scontri, in cui sicuramente i nostri ebbero la peggio, ma il rapporto tra velivoli persi in combattimento e per incidenti mostra come la RAF fosse il minore dei nostri problemi. Sarebbe interessante paragonare le perdite in combattimento Italiane con quelle della Luftwaffe nella stessa battaglia, non mi stupirei se alla fine fossero paragonabili. Dove purtroppo immagino non ci sarà paragone è nell'efficacia delle missioni...
  • dato il numero ridicolo di velivoli impiegati dalla Regia rispetto a quelli utilizzati dalla Luftwaffe credo che ogni confronto risulti impietoso e pure poco effettuabile. Alla fine ci hanno messo a pattugliare la costa ... continentale però  :disappointed:
    comunque sia un kit del CR 42 della ICM in 32 me lo prendo anche se fuori scala per me ... il soggetto, al di fuori del suo impiego nella BoB, merita !
  • Mah, scusate se insisto, non mi risultano scontri diretti/indiretti Regia/RAF lo stesso CR42 (unico in grado di volare ancora oggi) è quello del museo recuperato quasi intatto per un atterraggio di fortuna causa perdita orientamento (nebbia, condizioni meteo..) . Ci sono foto che lo ritraggono "impuntato" a terra , ma senza danni dovuti a combattimento. Da notare la mimetica spigolosa sulle ali già al tempo, mentre per anni ce l'hanno menato come riverniciato male in Inghilterra .
    Quando andai in visita scorsi tra i tanti velivoli da restaurare un secondo CR42 quasi allo stato di nuovo anche lui senza alcun danno da combattimento, quello lo stavano riverniciando in alcuni punti.
    Il nostro di Vigna è stato ricostruito partendo da un relitto che però conteneva una percentuale (non la ricordo) di parti originali sufficiente a qualificarlo come recuperato(?)
    Per il 79 in 32 ho errato ditta che è HPH
    https://www.facebook.com/hphmodels/posts/our-next-132-scale-future-release-sm-79-sparviero-is-being-getting-its-shapes/1323402627753393/
    Tex49
  • In merito ai combattimenti, qua un esaustivo articolo sull'attività del CAI. E sì, ce le hanno suonate e per bene. Quanto alle immagini, c'è la sequenza nota del velivolo di Salvadori che è poi finito esposto ad Hendon ma ce ne sono anche di un secondo velivolo conciato peggio con bella scassata, probabilmente per danni da combattimento. Basta fare una ricerca in rete e si trova tutto. 
    http://surfcity.kund.dalnet.se/falco_bob.htm
  • Bel'articolo, ma non mi sembra di origine inglese sembra invece una traduzione dall'italiano. Io, fortunatamente, non ero ancora nato pertanto le notizie di cui sono a conoscenza li ho appresi da gente più grande e che aveva più o meno preso parte agli eventi. cerco di reperire la fonte di quanto ho riportato per poterla discutere insieme in fondo si tratta di chiarire delle vicende storiche che sono state più volte tirate ora da una parte ora dall'altra senza che mai si fosse arrivati alla realtà.
    Magari ora ci riusciamo :p
    Tex49
  • E' un articolo che incrocia fonti italiane ed inglesi. Autori italiani e stranieri. Per cui lo ritengo alquanto attendibile e interessante, anche per alcuni dei nomi coinvolti.

  • Bene comunque parlare pure con chi fu coinvolto direttamente, i pochi rimasti oggi, pochissimi, e magari qualche anno fa qualcuno in più. Anche se devo ammettere che spesso tanto dipende da chi incontri, tutti reduci, ma c'è chi ricorda le cose molto a modo suo, come è per altro normale, chi invece è in grado di citarti ancora dati e personaggi con lucidità e precisione che poi verificate sono straordinarie. C'è anche, non pochi, chi non se la sente ancora oggi, o meglio ieri, di ricordare, tanto negativi sono certi ricordi. Comunque ci si arriva alla fine a farsi un quadro ragionevole delle cose.
     
Accedi oppure Registrati per commentare.