Novità  airfix 2011

modificato December 2010 in L'aeroclub (in topic)
Ed ecco le novità  airfix per il 2001 !

http://www.airfix.com/2011/

Vedo che come avevo scritto qui di recente anche loro pensano che ci sia spazio per un nuovo zero in 1/72 economico. Curioso che abbiano pensato anche ad un P-40B. D'altra parte se non sbaglio è la versione meno rappresentata. Immagino che questi due siano pensati per sfruttare il 70esimo di pearl harbour.
Un vero classico lo swordfish, un nuovo modello in 72 mancava da più di 30 anni !
Interessante per me anche lo Gnat, anche se lo vedo interessante per pochi veri amanti delle cose british :-D
Il merlin in 48 interesserà  anche qui, speriamo che facciano anche la versione italiana. Peccato che uscirà  nel 2012...
Ottima cosa la riedizione di lighting e seafire 47.Erano ottimi kit che sono ancora validissimi.
Anche loro si buttano sui mezzi in 48. E cosa si poteva fare di più classico della Land Rover ??????
Per gli amanti delle navi il nuovo Type 45 in 350.
Ovviamente ci saranno anche una marea di riedizioni di vecchiume vario...

Commenti

  • modificato December 2010
    Posted By: Giorgio NEd ecco le novità  airfix per il 2001 !
    [...]Un vero classico lo swordfish, un nuovo modello in 72 mancava da più di 30 anni ![...]
    Era ovvio che lo facessero. Dopo anni di indecisione ho preso appena un mese fa il Revell ex-Matchbox :-D
    Il merlin in 48 interesserà  anche qui, speriamo che facciano anche la versione italiana. Peccato che uscirà  nel 2012...
    Beh, che dire, evidentemente la "cultura del modellismo" non e' una prerogativa esclusiva di chi mangia turtelèin.
    Anche loro si buttano sui mezzi in 48. E cosa si poteva fare di più classico della Land Rover ??????
    Ovvia anche questa. Avevo speso un botto per il Defender in resina della defunta Hartsmith Models...

    Luca
    LIN
  • modificato 12:05AM
    Posted By: Giorgio NOttima cosa la riedizione di lighting
    Un solo Lightning dei due, forse allora è vero che un molds è andato perduto, o magari no, chissà .....
  • modificato 12:05AM
    SWORDFISH finalmente !!!:-B
    Ho appena venduto il revell matchbox un po' a malincuore ma certe "scanalature" erano abissali !!!!
    2011 buona annata, dai ..!!

    lucio z
  • modificato 12:05AM
    Posted By: videoaviation

    Un solo Lightning dei due, forse allora è vero che un molds è andato perduto, o magari no, chissà .....
    Il kit delle prime verioni era stato rimesso in giro da eduard a fine 2009 nella loro tipica edizione limited.
    Posted By: BravoLima
    Ovvia anche questa. Avevo speso un botto per il Defender in resina della defunta Hartsmith Models...

    Luca, non è che ti andrebbe di comprare alcuni kit di cui ho una lista ? Se va a finire come con la Land Rover magari è la volta che ne vediamo qualche kit nuovo !!! :-9
  • modificato December 2010
    Tu intanto posta l'elenco, cosi' io ci posso riflettere :-D

    Luca
    LIN
  • modificato 12:05AM
    osano, c'è poco da dire questi nuovi padroni dell'Airfix sanno osare.
    La serie in 48, con Land Rover e figurini ( che spero in plastica dura ) è un'ottima news e pure coraggiosa, perchè apre ai soggetti moderni ( Tamiya ha solo fatto la Hummer, il resto è tutta WWII mi sembra, quanto men sulle cose recenti in plastica ) strizzando in particolare l'occhiolino ai chopperisti per altro ... e vedasi l'aggiunta del Merlin.
    Mi stupisce non vedere il Seavixen in 72 , ma avranno rimandato al 2012 ... spero.
    Interessanti pure lo Gnat e lo Swordfish ... era ora.
    Ottima scelta pure per il P 40B che può essere usato per parecchie scatoline volendo. Spero solo che l'immagine a corredo sia un 3D ancora di studio e non definitivo ... perchè noto già  delle lacune sulla pannellatura alare, dannazione, possibile ?
    Comunque copre un vuoto, se non consideriamo i due kit cinesi imparentati e non male per altro, per quanto alla fine preferissi l'Easy HB al più complesso Trumpeter, sforacchiato dalla rivettatura ... e potrebbe essere un preludio al 48 molto richiesto visto l'apparente fallimento del cinese ( molto richiesto dal popolo dei pochi superappassionati ovviamente, penso che alla massa andasse già  benissimo l'Hobbycraft poi reboxato Academy ).
    Da citare pure la riedizione cammuffata del TRS2, che magari costerà  pure meno ... e la riedizione di un kit che credo sia la prima volta che viene rieditato, il caccia delle angiolette ... sui vecchi cataloghi mi aveva sempre incuriosito e non l'ho mai visto ... penso lo prenderò.
    Ovviamente mi auguro che quanto non uscito ma previsto per il 2010 non sia stato cancellato ... :-9 ... sono in arretrato di Spitfire !
    Niente mostri in 24 o 32 ... significativa assenza o solo pausa di riflessione ?

    Aloa
  • modificato 12:05AM
    Posted By: gioca.
    Da citare pure la riedizione cammuffata del TRS2, che magari costerà  pure meno ...
    Purtroppo no, la scatola è salita di una serie come costo. Però ci sono dentro sia le decals per un tsr.2 vero come nella scatola originale sia quelle con le fanciulle. Tra l'altro se non sbaglio uno dei pezzi supplementari potrebbe essere praticamente un missile Trident in 1/72... si sa mai che si possa usare in qualche modo. Poi io sono il primo che avrei preferito la riedizione senza pezzi e decals per la versione manga ma a un prezzo inferiore...

    Sull'assenza di 1/32 niente di nuovo: airfix non ha mai fatto aerei in quella scala. Sull'assenza di 1/24, da quel che ho capito lanceranno ancora soggetti in futuro, ma sempre uno ogni tanto.

    Gli altri soggetti annunciati nel 2009 e tuttora mancanti usciranno nel 2010, di alcuni sono gia state annunciate le box art
  • modificato December 2010
    Sì, Airfix ha mostri solo in 24 fra gli aerei, ma come hanno iniziato una serie nuova di 48 per i mezzi, se è vero che questa 32 è così pop e di successo, avrebbero potuto lanciare pure una serie nuova in tale scale, invece ... non è che non abbiano le potenzialità  per fare una simile operazione, ma evidentemente il loro mercato è altrove come scale ... anche quest'anno è la classica 72 Airfix a annoverare il maggior numero di novità  .... idem lo scorso anno. Chiaro che loro tirano ancora con quelle cose.
    Aggiungiamo poi le voci tedesche relative a quanto poco in casa Revell ( Germany ) credano nella 48 ... giusto sbagliato che sia ... evidentemente c'è un mercato Europeo che a dispetto di tutti i vari forum specialistici e suoi frequentatori a maggioranza spostati sulla 48 ( anche se non integralmente ) spinge molto ancora anche in 72. Altrimenti non si spiegano certe scelte, se ci raccontano che dopo tutto oggi, con le tecnologie che ci sono, i costi di sviluppo di un 48 o di un 72 sono all'incirca le stesse ... mah ... :-| forse ce la raccontano ma poi alla fine complessivamente non è proprio così ...

    Aloa

    Un paio di anni fa , parlando in ditta con un responsabile di Italeri, quando gli chiesi se avessero intenzione di realizzare alcuni soggetti di mezzi in 72, mi disse che il costo attuale dei kit in 72, di una qualità  paragonabile a Revell , era per loro non conveniente in quanto con i costi di sviluppo di un kit simile era più remunerativo pensare a fare un 35 ... troppi pezzi per questi 72 di nuova generazione. ( guarda caso si sono dati ai Fast con ridotto numero di parti ) Dissero proprio testualmente che queste cosette costose ( per loro , dobbiamo considerare il loro stretto punto di vista, le loro tecnologie, ecc ... ) le lasciavano ai cinesi ( Dragon e probabilmente pure Trumpeter ).

    Aloa 2
  • modificato December 2010
    Costose? Te credo! Se ogni pezzo qualcuno deve modellarlo a mano in scala 1:10 o 1:25 e poi, sempre a mano, pantografarlo in 1:72 per ricavarne lo stampo...
    Ma la ruota, il telefono o il motore a scoppio lo sanno che sono stati gia' inventati ?
    Usare il CAD no, eh? ;-)
    Come credono che facciano i cinesi?

    Luca
    LIN
  • modificato December 2010
    Anche in Italeri utilizzano il CAD, solo che credo si fermino ad un utilizzo troppo limitato, giusto per lo studio e la progettazione ... la lavorazione è ancora con i vecchi sistemi, cosa che invece per i cinesi non è più così ( ma pure per alcuni cechi !!!! ).
    Se pensi che i cinesi sono andati a scuola da Italeri, o meglio, Italeri è andata in Cina per fare scuola ... quando i discepoli superano il maestro ( anche in cappelle a volte !!! ) :-9 anche se è Natale non era possibile trattenersi ... :-D

    in ogni caso c'è una distanza pure in termini di investimento umano. I cinesi hanno dietro le macchine tutti disegnatori con fior di laurea ... e ne hanno ad uffici interi. In italeri c'è un ufficio con tre quattro macchine e a video un perito ... che però costa ad Italeri forse quanto un team di ingegneri cinesi a Trumpeter ... il discorso fattoci quando siamo stati ad Italeri è stato molto chiaro anche in questo senso.

    Aloa
  • modificato 12:05AM
    In effetti è abbastanza vero che sviluppare in 48 o in 72 costa uguale, che sia a cad o facendosi i pezzi a mano cambia poco. E' il numero dei pezzi che conta, se ho un 72 con 100 pezzi e un 48 con gli stessi 100 pezzi la differenza di costo sta tutta nella produzione degli stampi e a quel punto le differenze non sono alte. Poi vero che nei kit di aerei in genere si usano meno pezzi in 72 che in 48, quindi un aereo in 72 costerà  meno anche di sviluppo. Nei carri non saprei visto che ne faccio uno (in 72) ogni 5 anni...
  • modificato December 2010
    Forse mi sono espresso impropriamente, avrei dovuto dire "usare a ciclo completo le moderne tecnologie CAD/CAM/CNC", ma se usano il CAD come dici hanno soltanto sostituito qualche tecnigrafo e un po' di Rapidograph con un pc e un plotter. Sai che innovazione!

    Un ingegnere che progetta stampi per giocattoli di plastica sarebbe un po' sprecato ovunque, tanto Cina quanto in Emilia.
    Il problema e' quando il perito di cui sopra, invece di produrre file da inviare direttamente al macchinario che scava gli stampi in elettroerosione, si limita a stampare i disegni per l'artigiano che sagoma i pezzi a colpi di lima e di raspa, e da li' la strada e' ancora lunga (e costosa) prima di arrivare ad uno stampo funzionante.
    Ma questa non e' cultura del modellismo. E' un'altra cultura, che in certe aziende nostrane si impara solo a colpi di bilanci in rosso.

    Luca
    LIN
  • modificato 12:05AM
    evidentemente il problema bilancio in rosso non si pone e non si posto prima, anzi ... e così perchè cambiare troppo considerando che ancora non si è arrivato manco all'arancione pallido o il giallo ?
    Se il livello rimane verde considerando le critiche generali ... generali poi dell'1% di un loro mercato , per altro di persone che comunque criticano ma dopo essersi comprato il pezzo ... capirai che spinta a cambiare che c'è ... nulla, anzi, c'è l'orgoglio di aver reinscatolato un sacco di roba, che però pensano sia roba loro ... o così la fanno passare quando ti presentano la produzione.
    " Siamo l'unico marchio che non fa ricorso a prodotti presi a prestito ... e Tamiya , leader internazionale del settore, commercializza i nostri kit ... e bla bla bla ... " che gli rispondi se l'esordio è questo ?

    Aloa
  • modificato 12:05AM
    Tra l'altro tamiya ne commercializza un sacco di loro kit ! Ho un catalogo tamiya recente e la quantità  di roba di provenienza italeri è impressionante.
  • modificato 12:05AM
    Evidentemente! ;-)

    Luca
    LIN
  • modificato 12:05AM
    Sono in Giappone i distributori del marchio e in più commercializzano una parte dei modelli sotto marchio Tamiya, per altro mentre un tempo le scatole Italeri avevano una grafica differente dalle scatole Tamiya, ora alcuni kit vengono commercializzati come si trattasse di Tamiya veri e propri e diventa difficile diversificarli ( vedi Re 2002, Ab 41, ecc ... )

    Aloa
  • Il piano uscite Airfix :
    http://home.base.be/luc.jansen/Airfix 2011/index.html
    ogni soggetto riporta un codice Q 1,2,... che rappresenta i trimestri previsti per l'uscita.
    Il P 40B sarà uno dei primi fra i kit nuovi annunciati.
    Strano che lo Spit MkI/II faccia parte della Serie 2 mentre il P 40B della serie 1, mi sarei aspettato una uniformità viste le dimensioni e la probabile scomposizione.
    Aloa  
  • Che bello resuscita il Lightning!
  • modificato January 2011
    ...Pure il Merlin ed il Lynx sono bei bocconcini
    :D
  • modificato January 2011
    Certo che deve essere difficilizzimo recuperare delle immagini relative alle versioni scelte del soggetto da riprodurre ! Non ho controllato tutto, ma il P 40B, per altro kit nuovo, viene presentato con un'immagine di un P 40E prima e poi di un N ... ma inserire un'immagine correttamente illustrativa di un B era così complicato ?
    Riserve pure sul Duck, ok, hanno riciclato una cover del passato, ma se proprio vogliono fare un esemplare nel 41 la copertina non va affatto bene, per la colorazione del soggetto, le insegne e pure la versione ... cambieranno lo stampo presentandoci la versione giusta per Pearl Harbour 1941 ? Magariiiiiiiiiiii ... ma ne dubito.
    Aloaunpòscassamaroni
    X-(
Accedi oppure Registrati per commentare.