Diluire trasparenti lucidi e opachi....

Per me un problema che tiro avanti da anni....prima della posa delle decals uso sempre il Gunze H20 gloss diluito al 50 % con acqua ...

Forse troppo ? Il risultato è comunque buono,,,.

Idem per Il fissaggio con l opaco H30...una passata leggera e veloce...

Voi invece come fate...allungate  con l apposito diluente o con acqua/alcool/grappa.....?

Commenti

  • La nota cera USA diluita al 50% con diluente Tamiya .Attenzione a non darne troppe mani pena uno "scurimento" del colore di base. Il risultato è ottimo sotto tutti gli aspetti.
    Tex
  • quale dei diluenti Tamiya ? Ce ne sono almeno due. Per acrilici o per lacche ?
    tappo bianco o tappo crema?

  • se non hai problemi di "ambiente" l'H20 si diluisce bene con il suo diluente gunze, io uso il levelling, leggo di utenti che usano l'analogo tamiya laquer (sempre base nitro)
    Con l'acqua perde grip come per i colori.
    @Tex: la future non l'avevo mai diuita con i dilenti tamiya ma sempre con il vetril, interessa anche a me capire che diluente usi
  • io per esempio la future non l'ho mai diluita. L'ho usata per diluire i Tamiya e ricavare un colore semilucido o comunque non caramellato, ma mai "pure", anzi, in genere la stendo a pennello se è per fare da fondo a decals, non amo lucidare tutto il modello dove non serve.  
  • Scusate per la mia risposta incompleta.
    Come avevate ben intuito il diluente Tamiya  è l' X-20A per colori acrilici. Poichè uso la Future per favorire l'adesione delle decals  la diluisco al 50% con X-2A su tutto il velivolo e fino a che non diventa lucido come una moneta fior di conio (per farlo tornare opaco basta un velo di opacizzante).
    Non l'ho mai fatto per questioni di tempo, ma una volta ben asciugato, il modello dovrebbe essere carteggiato tutto con una 1000 per eliminare anche la minima rugosità della verniciatura ad aerografo. Anzi se qlkuno lo dovesse fare sarei interessato a ricevere le sue impressioni.
    dopo aver posizionato le decals ultima mano di Future al 20-30/ di X-20A per non aumentare troppo lo strato di lucido.
    E' meglio non abbondare con le mani di Future perchè anche se diluita "filtra" il colore di base facendolo sembrare più scuro del dovuto.
    Il problema, mai avuto prima in quanto eseguivo la manovra di Gioca, mi si è presentato pochi giorni fa con un F104 S ASA-M monogrigio su cui mi sono intestardito a voler mettere tutti gli stencil del magnifico foglio della Tauro (ben 2 pag di decals  :p ) fermandoli ogni volta con mani complete di lucido. Alla fine mi sono trovato in mano un Tornado invece di un 104 . Bah lo esporrò al sole nella speranza che avvenga uno schiarimento del colore come per quelli veri :pensive:
    Tex
  • modificato 11 November
    col micromesh è la morte sua  :) 1000 la vedo troppo grossa, al max 1200 ma deve essere usata bene.
    Secondo me hai fatto un affare che si sia scurito così hai la scusa di dare una velatura ulteriore schiarente, anch'io cercavo quei stencils tauro low-viz ma vedendo le immagini mi sono sempre detto che sono una mazzata sui denti da quanto strapieni di inchiosto (perlomeno a vedere il foglio da un monitor) magari dal vivo sono più passabili? Mi da l'idea che ci vogliano cmq belle mani per smorzarli, tanto che pensavo quasi di farne a meno...

    tornando on-topic l'unica nota dolente della future come tutti i gloss è che inevitambilmente "se magna" i dettagli (le amate velature che con tanta fatica abbiamo fatto)  e troppe mani impasta oltre che scurire... a volte è inevitabile lavorare di più sulla parte della decals (soprattutto post) perchè ha un potere magico di livellare le decals spesse
  • modificato 11 November
    qua un commento tecnico sul micromesh
    https://www.moleroda.com/blog/2016/05/25/micromesh-wonder-abrasive/
    io ho preso il set 1500-12000 penso 15 anni fa e la maggior parte dei fogli sono ancora immacolati...è veramente un prodotto modellisticamente parlando immortale... sull'articolo parlano di 15 volte la durata di un foglio normale e nn stento a crederci...
    non mi ricord dove li avevo presi , qualcuno aveva postato un link a suo tempo su ws?!..cmq pagati veramente pochissimo per quello che valgono, anche per lisciare quelle cribbio di linee di separazione su certi tettucci in 48..una manna dal cielo sto prodotto
  • .....io comunque sono sempre qua con il barattolo di H20 aperto..
  • Lessi tempo fa sul web che per diluire un colore che si vuole opaco si dovrebbe usare un diluente a rapida evaporazione per non dare tempo al colore di livellarsi e quindi di "lucidarsi". E devo dire che il trasparente opaco Gunze H20 diluito con alcool isopropilico dato in mani molto leggere compie egregiamente il proprio lavoro. Viceversa diluisco il lucido H30 con il levelling thinner della gunze ed avendo piu' tempo per stendersi rende molto bene come lucido. Ho preso per provare anche il trasparente lucido della AK real
    colour, un lacquer,
    ma lo devo ancora provare...
  • PhantomRulez ha detto:
    col micromesh è la morte sua  :) 1000 la vedo troppo grossa, al max 1200 ma deve essere usata bene.
    Secondo me hai fatto un affare che si sia scurito così hai la scusa di dare una velatura ulteriore schiarente, anch'io cercavo quei stencils tauro low-viz ma vedendo le immagini mi sono sempre detto che sono una mazzata sui denti da quanto strapieni di inchiosto (perlomeno a vedere il foglio da un monitor) magari dal vivo sono più passabili? Mi da l'idea che ci vogliano cmq belle mani per smorzarli, tanto che pensavo quasi di farne a meno...

    tornando on-topic l'unica nota dolente della future come tutti i gloss è che inevitambilmente "se magna" i dettagli (le amate velature che con tanta fatica abbiamo fatto)  e troppe mani impasta oltre che scurire... a volte è inevitabile lavorare di più sulla parte della decals (soprattutto post) perchè ha un potere magico di livellare le decals spesse
    Gli stencil della Tauro sono ottimi il problema è nel fatto che pur essendo stato usato il carattere originale (compreso il colore grigio scuro) nella riduzione in scala 1/48 ti ritrovi una mappazza (specie per le scritte più lunghe) che più che una scritta è una macchia...nera, se poi ci metti che la superficie è un grigio molto chiaro (36375 non lo fate col l'originale 36280 che vi ritrovate il "Tornado") il gioco è fatto.
    Cmq gli stencil ci sono ed occorre metterceli se lo si vuol fare monogrigio e poi il 104 diventa così chiaro con l'esposizione agli eventi atmosferici, ma il colore ufficiale viene indicato dalla ALENIA (si chiama ancora così?) come FS 36280.
    Per quanto riguarda i dettagli/velature  li faccio alla fine già sulla superficie lucida ed uso acquerelli (quelli a pasticca che si sciolgono col pennello intriso d'acqua) per le pannellature .
    Tex
  • Personalmente uso la Klear, versione UK della Future, che "diluisco" con qualche goccia di Liquitex, un ritardante per acrilici.
    In precedenza usavo il lucido di Tamiya, diluito con alcool isopropilico, e mi veniva comunque piuttosto bene.
    Ora sto valutando alternative visto che la Klear sta finendo e sto sperimentando con i Vallejo diluiti col loro diluente.. mi hanno però suggerito di provare a diluirli con il liquido che Vallejo vende per pulire l'aerografo, ne ho comprato una bottiglia di recente e conto di provare la cosa su un modello che sto costruendo apposta. Vi farò sapere..
    Tutto ciò dato sempre e solo ad aerografo.

    Riguardo agli altri argomenti toccati... dopo il lucido do una passata leggera con la spugna abrasiva della Tamiya grana 3000. La differenza si vede e si sente, con le superfici che diventano molto più lisce. Solo che visto che normalmente do delle passate abbastanza leggere di lucido, devo fare attenzione se non voglio trovarmi il modello con aree più o meno lucide. Dovrei decidermi a dare la prima mano di lucido, passare la spugna abrasiva, e poi dare una seconda mano leggera...

    Stencils: croce e delizia per tanti ! Personalmente lavorando in 1/72 mi sono stancato di vedere nelle scatole (e anche in tanti fogli aftermarket...) stencils che sono stampati con linee troppo spesse, cosa che va a rovinare l'effetto finale. Quindi per alcuni soggetti mi sono disegnato i miei stencils usando caratteri il più possibile simili come forma ma più fini, che mi stampo poi con la laser. A mio parere il risultato è molto migliore di quello che ottenevo con le decals in commercio
  • I miei complimenti Giorgio, stamparsi in proprio decal in 1/72 è da elogio io sono riuscito a farle in 1/32 e solo dopo aver tirato giù tutto il calendario :p
     Tex
  • io non sono mai riuscito a stamparmi una mazza neanche con la laser...probabilmente ho sempre intivato il supporto non idoneo...alla fine quello che avevo disegnato in corel draw me lo sono fatto stampare da un servizio...e nemmeno un mese dopo sono uscite le decals già pronte!! (L'F-106 da record di velocità) ... evvai
  • E' un classico, non ti preoccupare PhantomRulez  :p
    Poi un giorno vi racconterò cosa è accaduto a me con il Tempest della ESCI 1/48 :disappointed:
    Tex
  • Per le decals, col tempo ho imparato a risolvere un po' di problemini e, cosa più importante, ho capito bene che cosa si può fare e che cosa no. Ho usato decals stampate in casa su diversi modelli e ne sono stato alla fine molto soddisfatto.
    Certo, non si può stampare tutto, bisogna a volte scendere a compromessi. Ora sto provando a farmi stampare decals da un servizio professionale e vedrò se verranno bene sicuramente diminuirò l'impegno per stamparmele in casa, ma alcune cose mi converrà ancora farmele da me. Non tanto dal punto di vista economico, ma soprattutto per la rapidità.
Accedi oppure Registrati per commentare.