Secret item Italeri svelato ...

ma no, dai, era solo per attirare un po' l'attenzione. Facciamolo comunque pure noi il giochino che altrove fanno per Airfix e altri: quale sarà secondo voi il secret item che potrebbero ( potrebbero, mica è detto ) svelare e produrre ( magari pure quello ) a Calderara prossimamente ? 

Io propongo questi tre, tutti sogni, inutile neppure che li commentiate commercialmente, seppure ...

1/32 Macchi 202

1/48 meglio niente, sarebbe inutile spreco di elettrodi prima e stampate poi 

1/72 Macchi C 200 ( che sarebbe ora che coprissero questo soggetto !)
1/72 F84F, va bene pure il loro vecchio stampo aggiornato nel trattamento delle pannellature ( incise ) e qualche dettaglio in più dove non puoi presentarti come negli anni 70 ! Internino, scarico, carrello e relativo vano ... magari qualche bombetta fatta benino ... 

Non chiedo poi molto ! ; ))))))
   

Commenti

  • ho capito, meglio fare un altro gioco, ovvero quello di indovinare quale soggetto fregheranno al monopolio Italeri o al mercato news Italeri.
    Inizio io:
    Savoia Marchetti S 55 in 72 .... infatti una ditta ucraina sta facendo uscire un nuovo kit in plastica, previste tre scatole, almeno tre scatole, a coprire varie versioni.
    Quanto mancherà perchè i cinesi facciano un nuovo B58 e un nuovo B57? 

  • Visto che stiamo sognando  :smile:
    - MC 202 1/32 più la promessa di un MC 205, stessa scala a breve distanza. :)
    Tex
  • Ma anche se hanno fatto un S.55, che impatto avrà alla fine per Italeri ? Un soggetto molto di nicchia che significa pochi pezzi.
    Ma pure se facessero nuovi B-58 e B-57, sono kit che Italeri si è ampiamente ripagata negli anni e che vengono messi sul mercato una volta ogni tanto. Che poi se anche li facessero i Cinesi, quanto li farebbero pagare ? Una volta arrivava Trumpeter e compagnia a prezzi competitivi, oggi i loro nuovi kit escono spesso a prezzi che sarebbero ben più alti di quelli Italeri, alla fine la fascia bassa del mercato non va a spendere certe cifre (30 e rotti euro per un Jaguar in 1/72???)
  • modificato 25 March
    Tex ha detto:
    Visto che stiamo sognando  :smile:
    - MC 202 1/32 più la promessa di un MC 205, stessa scala a breve distanza. :)
    Tex
    Questo sarebbe bello vederlo... solo che mi chiedo, chi preferisco che NON lo faccia ? Preferisco che non lo facciano i cinesi perchè farebbero qualcosa che assomiglia vagamente a un Macchi ? O preferisco che non lo faccia Italeri perchè finirebbe ad essere qualcosa che "avrebbe potuto essere un grande kit se non avessero trascurato questo e quello e quell'altro" ??? :D :D :D

    Poi certo, qui parlo di Cinesi stile trumpeter, poi ce ne sono altri che lavorano molto bene. Ma un caccia seconda Guerra Mondiale in 1/32 è un soggetto da Trumpeter, altri marchi sembrano essersi specializzati in altri generi
  • Ma anche se hanno fatto un S.55, che impatto avrà alla fine per Italeri ? Un soggetto molto di nicchia che significa pochi pezzi

    Ma pure se facessero nuovi B-58 e B-57, sono kit che Italeri si è ampiamente ripagata negli anni e che vengono messi sul mercato una volta ogni tanto. Che poi se anche li facessero i Cinesi, quanto li farebbero pagare ? Una volta arrivava Trumpeter e compagnia a prezzi competitivi, oggi i loro nuovi kit escono spesso a prezzi che sarebbero ben più alti di quelli Italeri, alla fine la fascia bassa del mercato non va a spendere certe cifre (30 e rotti euro per un Jaguar in 1/72???)

    Sì però attenzione a certi ragionamenti, perché se è vero che italeri si è ripagata certamente i costi di uscite così datate, é pure vero che il mercato via via cambia, che il modello datato anche se meno costoso non lo vuole più nessuno, neppure comprato al supermarket, in parte perché il supermarket non chiede più il prodotto modellino  costruire , e in parte perché oggi chi compra modelli è sempre più informato di una volta, pure i novizi assoluti . Che poi non sappiano manco tenere in mano un pennello è possibile, però nel frattempo si sono letti certi commenti in rete .  In ogni caso staremmo facendo un gioco, le analisi di mercato , specialmente quelle di italeri, non mi metto manco a farle ... 


  • Siamo molto più informati ma la quantità e anche il valore delle informazioni cambiano da soggetto a soggetto. Se la ditta Pincopalla lancia un nuovo Bf.109 questo verrà dissezionato in ogni sua parte da dozzine di appassionati molto esperti e se ne parlerà in abbondanza.
    Se la ditta Tiziocaio lancia un B-23 ogni eventuale errore lo noteranno un paio di maniaci del soggetto, cercheranno di farlo sapere in giro ma non li filerà nessuno.
    Negli ultimi anni passati a leggere forum stranieri mi sono reso conto di quanto anche modellisti apparentemente "esperti" diano poco conto a tutto quello che ci possa essere sui soggetti che non siano quei 2 o 3 di cui sono maniaci. Ricordo una discussione in cui si parlava del miglior Sea Fury in 72 sul mercato... alla fine il modellista che aveva posto la domanda è uscito convinto che il migliore fosse... il PM ! D'altra parte costa poco e non ha bisogno di troppo stucco...
    In altri casi ho visto difendere a spada tratta roba pessima solo perchè porta un marchio famoso.. come dire che alla fine marchio, prezzo e facilità di montaggio sembrano contare molto di più di tante altre cose. Io poi ci aggungerei la distribuzione perchè senza quella non si vende nulla ovviamente.
    Se devo basarmi su queste cose devo dire che Italeri è un caso particolare perchè i loro kit più vecchi si montavano meglio di molti attuali e costano meno... :D
    Più seriamente devo anche dire che alcuni modelli recenti sono buoni: il Mirage in 32 non è affatto un brutto kit, anzi ! Quello che a parere mio non va è il prezzo, troppo alto. Certo poi oggi uno può comprarsi lo stesso kit in una scatola Revell a un prezzo nettamente inferiore... misteri del marketing !
  • Oggi la facilità di costruzione al primo posto, poiché mai. Non che in passato non fosse qualità gradita, anzi, ma oggi vedo gente turbata da un cofano motore da unire in due pezzi e stuccare leggermente e la cosa sembra divenire il grosso problema di quel kit... Rimango allibito come penso pure voi davanti a simili uscite . Bah...
  • Se è il cofano motore di un certo kit di Spitfire, devo dire che in effetti è una grande rottura... :D
    Detto questo, ce ne fossero di kit come quello, il cofano motore sarà una rottura ma il resto è uno spettacolo !
    Più seriamente, Italeri come montaggio negli ultimi anni non ha dato grande prova di se. Oddio, ultimi anni... è da un pezzo che non danno grande prova di se ! Alcune cose più recenti sembrano indicare un miglioramento, ma appunto mi stupisce come certi loro kit degli anni '70 si montino più facilmente di molti degli ultimi anni.
    Poi personalmente ho sempre messo altre cose davanti alla facilità di montaggio e se mi piace il soggetto mi compro anche il kit in resina, anche se devo dire che ultimamente sto cominciando a non reggere più il dover stuccare in continuazione. Che sia l'età ? O forse mi sono imborghesito come modellista ? O forse è che a cercare di far andare assieme il G.50B della AML anche un santo comincerebbe a bestemmiare...

  • Io ho sempre in mente la parolina frasetta magica : week end e modello che si monta in un paio di week end. Racchiude, indipendentemente dal realismo che ha rispetto a riuscire in un week end o due a finire il soggetto, l'essenza della hobby come cosa rilassante e piacevole... Per cui la facilità di montaggio dovrebbe essere sempre un fattore determinante. Poi so perfettamente e mi ci metto dentro a tuffo che il nostro mondo è pure fatto di santi e madonne, in genere mai troppo puliti ! 
Accedi oppure Registrati per commentare.