Thiene 2017

Perché non fare la solita discussione: categorie  e  giudizi ?

Io la ridurrei ad una definizione: troppi modelli diversi con troppo poche categorie.

Così l'autocostruito/modificato si trovava a competere con quello da scatola, tanto per dirne una.

Una manifestazione (se meritatamente o meno non saprei) così frequentata potrebbe permettersi di articolare con maggiore  definizione il regolamento e sarebbe sicuramente più agevole garantire un giudizio di maggior oggettività.

Non discuto su chi e chi non sia stato premiato, non mi interessa. Penso solo che un regolamento più dettagliato, ripeto, potrebbe ridurre (non evitare, sia chiaro) le polemiche, la loro virulenza oltre a garantire  giudizi mirati  e specifici.

Altro piccola smagliatura: lo stesso concorrente premiato ripetutamente in diverse categorie. Benissimo, bravo, per carità,  ma in una tal messe di modelli non c'era qualche altro modellista, magari un pelo sotto di qualità, da premiare?

Ultima notazione: bene chiamare i modellisti premiati per nome ma annunciare anche con quale modello ?

Per quanto mi riguarda ieri nessun riconoscimento ma un bel blocco di libri acquistati che alla fine mi fanno molto più piacere !


Commenti

  • edited May 8
    Non so niente delle premiazioni, per cui nulla del giudizio, ecc ... ma una cosa mi pare chiara rispetto a quanto proponi ( aumento delle categorie per vedere  più omogeneamente giudicati  i pezzi ): sarebbe necessaria una giuria molto più ampia, e sinceramente non credo che il club di thiene, per quanto grande, abbia i numeri sufficienti per poter arrivare ad avere una simile giuria e che risulti poi così specializzata nel suo complesso da poter giudicare tutte le varie categorie e sottocategorie conseguenti. In UK, a Telford in special modo, forse la cosa funziona perchè la giuria immagino sia molto numerosa e con tanti specialisti, ma un singolo club italiano, per quanto numeroso, non credo abbia tutti questi specialisti ... perchè il sistema delle mostre con tante categorie questo richiederebbe per essere credibile. In sostanza mi pare oggi una utopia che nessuno sarebbe in grado di raggiungere, per mancanza fisica di numeri, non tanto nei modelli esposti,che anzi una mostra come Thiene in tante categorie dimostra di avere, ma di persone in grado di giudicare per settori. Come mostra espositiva, per come l'ho vista io, un ottimo panorama, pure abbastanza vario come tematiche ... bello il Beriev in 72. In 48 non ho visto qualche cosa di altrettanto valido, meno che meno in 32, anzi, in 32 devo dire che mi aspettavo molto di più come quantità di pezzi, invece nonostante il mercato globale pare spostato molto su questa scala, la risposta a Thiene era piuttosto scarna. Ma del resto io che mi aspettavo tonnellate di AMX in 48 in concorso ne ho visto solo uno, pure biposto ... 
  • Il Beriev è di Borgesa, ha dettagliato gli i9nterni da poppa a prua, ha sorpassato Vignocchi. E quel fantastico Pucarà in 48 l' avete notato?   <span>:smiley:</span> :-
  • c'era un Pucarà ??? io ho visto una scaletta che copriva forse un Pucarà ... ma un Pucarà no
  • tanto di cappello alla champions league del modellismo, tanto se la giocano sempre i soliti, per cui loro allo stadio, noi alla radio, senza invidia...
    Mancavo da due edizioni e ho rivisto la solita gente, solo piu imbiancata nei capelli e con le pance sempre piu' larghe, a parte Target che sfoggia ancora il fisico da quarantenne...
    Musi lunghi invece alle bancarelle dove almeno nella sezione kit si trovavano disparita' assurde a distanza di pochi metri...
    Mi chiedo poi se c e veramente necessita' di ombretti, schiarenti, polvere di invecchiamento in 48 sfumature di grigio,..

  • Penso che vistà l' età che avanza, bisogna cominciare a pensare a prodetti svecchianti perr modellisti!!!!

    Gioca, tu si che sei un intenditore, hai notato la mia scala, arricchita con un Pucarà sullo sfondo, mitico!!!!
  • Vedere i master che si presentano tra le "merdacce" è al livello di meschinità più basso che ci sia. La premiazione per "chiamata nominale" senza sapere con quale modello è ridicolo. Pensare poi a proiettare le foto dei premiti è troppo avanti? Mostra internazionale? Perché avevi una che traduceva quattro parole? La prossima volta ci vado per fare acquisti e stop. Ah: il Pucarà lo hanno premiato? Sapevano di cosa si tratti? 
  • Ma di questi furbetti basterebbe fare i nomi... Anche se so come si scuserebbero per la loro meschinita.    Target, conosco il segreto della tua forma fisica :tu fai sempre le scale! 


     :D 
  • totalmente deserta la sezione gnocca, ricordo edizioni precedenti con presenza di bionde magiare e prosperose brunette...e' finita anche la libidine modellistica
  • l'età avanza per noi e quindi anche per la gnocca che magari un tempo ci si portava dietro o che veniva attirata come api sul miele dalla presenza alla mostra di aitanti modellisti ... ma oggi. Fra un po' sui regolamenti sarà chiaramente scritto che in mostra l'unità coronarica sarà presente durante tutta la durata della manifestazione. Io poi se fossi un ottico ci farei un pensierino a tenere uno stand: è pieno di gente che si dimentica gli occhiali !  anche il chioschetto esterno si adeguerà proponendo minestrine e suppette al posto di salsicce ipercolesteroliche !

  • D'ora in poi lo slogan alle mostre sará "meno modelli di Vignocchi e piú modelle ViGnocche :) !"...
  • Comunque esisteva la sezione "all inclusive", ovvero come far stare in pochi decimetri quadrati l intera collezione aeroportuale inglese in 72 della Airfix, comprensiva di aerei, relitti, personale, hangar, pure lo sboroncino yankee in jeep che poco aveva a che fare...
    Questa categoria ha avuto poi la sublimazione con una Manorhause che ospitava un delizioso giardinetto con tanto di cannone antiaereo 88, rimorchi, halftrack, chi più ' ha più ' ne metta, strada in salita d' ordinanza e, udite udite, persino chiatta ormeggiata in basso per qualche uscita a far compere...
    Questo diorama mi ha fatto venire in mente i Rolling Stones quando vivevano in cote d' azur, ogni mattina partivano con un motoscafo Riva ( senza patente ovvio) e andavano a fare colazione in Italia dopo aver tirato l alba....
  • Ma qualche foto dei modelli qualcuno le ha?
  • se vai su facebook, alla loro pagina, i red devils hanno condiviso le gallerie di parecchi utenti...manco piu' la fatica di portarsi reflex e ammenicoli vari...

    Comunque visto il salasso ( 18 euri ) per l' iscrizione alla prossima edizione sara' compresa anche l' analisi del sangue, che alla nostra eta' non fa mai male...
  • avvertitemi quando escono le classifiche che Zipper mi ha incuriosito a questo punto.

    per chi fa aerei analisi del sangue, per chi fa carri quella delle urine ... prima della premiazione misurazione della pressione a tutti !

  • edited May 10
    AHO, MA LA FINITE? Uno vuol rilassarsi col modellismo, e voi parlate di minestrine, unità coronariche, colesterolo. una grattatina sotto me la faccio, che devo usare la 1200 bagnata?   :#

  • No, queste, che sono d ' ordinanza...

    Tamiya Sanding Sponge Sheet 400, 600, 1000, 1500
    Item Nos:87147, 87148, 87149 and 87150
  • ... possibile che alle prossime edizioni ci sia un gran ritorno di gnocca : tutti sti veci avranno bisogno di giovani badanti prima o poi ?


  • Sul sito dei Red Devils, pubblicate le  classifiche.
  • E letta la graduatoria aerei si confermano due cose: 1) i furbetti mimetizzati; 2) la completa incompetenza storico/tecnica delle giurie. 
  • non vedo nulla di strano...quando non si vince la categoria ma il best of class e' come dire...."non vado per la cinquina, vado per la tombola"....
  • ...e poi ragazzi non scordiamo che la mostra e' anche un modo per autofinanziarsi per le trasferte, in fondo fare cassa fa comodo ai club
  • http://www.reddevilsthiene.it/doc/RANKING_CLASSIFICA_RDA_2017_(1).pdf

    ma non capisco una cosa, perchè non vengono fatti i nomi di questi furbetti ? La gente che gira è sempre più o meno la stessa, idem i modelli, per altro mi dicono per lo più pure pubblicati ( qua è una mia assoluta mancanza dovuta al fatto che non prendo da anni pubblicistica cartacea italica ), e quindi perchè non si fanno i nemi di questi furbetti ? Non è che possono querelare come la Boschi !?  Fate sti nomi che così magari vorranno e potranno difendersi.
    In ogni caso mi pare palese che il problema più grosso , la madre di tutti i problemi ( se problema è poi ) è nel fatto che il club è numericamente sottodimensionato rispetto alla grandezza della manifestazione, ma lo si sa per altro da anni, non da questa edizione, per cui sinceramente certe lamentele paiono piuttosto pretestuose da parte di chi da decenni prende parte alla manifestazione e solo oggi si accorge del problema ... magari perchè sta volta non ha ottenuto il premio desiderato ... a me pare che certe critiche poggino su fondamenta di argilla, quando piove ... e poi sono pure poco rispettose del lavoro altrui. Dunque sti ori, platini e quant'altro sarebbero tutti fuffa ? mah ... che culo andarci sono per godere dell'esposizione !
  • ci vorrebbe post mostram una analisi critica del giudizio. Si prendono le foto dei vari premiati e si fanno commenti sull'eventuale scorrettezza, errore, ecc ... un po' come la moviola del calcio, si fa la moviola della mostra. Ovviamente il risultato è acquisito e la moviola non comporta variazioni ... salvo per la prova TV per i furbetti che colti in fallo potrebbero vedersi negata la partecipazione alla prossima edizione, forse ... perchè sicura faranno ricorso !

  • prova tv e rosso diretto.. B)
  • altrimenti internet a cosa serve nel modellismo/mostreconcorso ???

  • Un esempio degli svarioni tecnici: hanno premiato un 88 A-4 invernale con una stupenda linea di mezzeria sporcata e inzozzata ad arte... Peccato che l'88 non abbia quella linea con una superfice liscissima. Il tutto salvo tutta una serie di sportelli ovali e  circolari all'altezza del vano bombe. Dettagli ovviamente ignorati dal modellista. Non so il nuovo ICM ma il Dragon non li aveva e vanno realizzati con un ago. (l'ho fatto su tre 88 diversi !). Torno a ripetere la capacità di fare quadri è più importante della realtà?  
  • quello che sta sotto in queste mostre non conta ... perchè il modello non sarà mai sollevato !  Anche perchè tanti sono fissati ( specialmente da quando è in auge il diorama associato ). Per cui a meno di non dotarsi di specchietti micro o telecamere su microdroni ... mettiamocela via !
    Sulll'effettone quadro mettiamocela via nuovamente, ormai è da 20 anni che è così... io tuo Moquito non ha speranze perchè è troppo reale, dovresti quanto meno simulare l'effetto scollamento del plywood ; )))))) un paio di buchi da tarlo ... ecc ...  il Beriev comunque meritava e vedo che è sulla vetta. Salvo quello salvi tutti ; )

      
  • comunque un bel moviolone sarebbe utilissmo, così se qualche giudice di una prossima mostra se lo legge ne esce con un sacco di informazioni utili al prossimo consesso giudicante !  TIKI TAKA ... che gnocca come ospite fissa ?

  • Ma che sotto! Era una linea superiore in mezzo alla fusoliera! Visibilisssssima.
  • edited May 15
    ho letto male io la parte in cui citi il vano bombe ... ma al di la di questo, trovami in qualsiasi club chi possa conoscere a livello di pannelli, dettagli, ecc ... tutta la possibile panoplia di modelli che ti arriva in esposizione ? Non troverai nessuna associazione che ha tanti appassionati e con un livello di conoscenza tanto elevato da poter gestire il giudizio su una mostra affollata tanto quanto questa, ma pure un decimo. Chi si è accorto per esempio che i terminali delle pale dell'AH1W del pluripremiato ( meritatamente ) di Vignocchi hanno la forma sbagliata e sarebbero da aggiustare ? E cito il modello dell'AH1W perchè è un mattatore ... ma so per certo che di cosette del genere ne troveremmo in tanti premiatissimi. Ma un errore del genere sappiamo tutti che non lo nota nessuno, ci vuole un appassionato del soggetto ... che si è studiato un po' la cosa. Altrimenti ... eppure se un errore simile lo vedessimo sui terminali delle pale dell'elica di un P51 o un 109 saremmo a gridare allo scandalo, scomunicatelo ... anzi, al rogo cosparso prima di pece e lasciato alla merce del pubblico modellisto che diventa cattivissimo quando, informato ovviamente da altri perchè il pubblico mai si sarebbe accorto del problema, si scatena come branco di randagi affamati ! E' un po' come la matricola sbagliata su un F16 ... realizzato un monoposto ma usando la matricola di un biposto! Ma chi lo sa un dato del genere ? Solo che ha in progetto lo stesso soggetto e sta cercando da anni come un matto la decals, sa che non esistono con quella colorazione esemplari monoposto fattibili con le decals a disposizione ... andremmo avanti all'infinito. O sbaglio ?
    continuo del resto a vedere Spitfire realizzati con certosina attenzione alle sporcature, ma con dettagli sbagliati perchè non si guardano le fotografie e non si approfondisce il soggetto come si dovrebbe. E non è che la documentazioni manchi, anzi ... eppure ti assicuro che passano giurie su giurie e nessuno si accorge minimamente dei problemi. Ma perchè vogliamo parlare dei 104 vari ... con i missili presi dal futuro come qualche tempo fa, ecc, ecc ...

     
  • edited May 15
    .. sono convinto che se prendessi un MiG15 e lo presentassi ad una mostra mimetizzato come un MiG17 vietnamita, o viceversa un MiG15 fatto alla Coreana, passerei indenne decine di concorsi e giurie ... convintissimo ! Se poi ci aggiungo pure la documentazione ... podio garantito !
     
  • Trasmissioni come il processo del lunedi di Aldo Biscardi hanno fatto la fortuna della tv negli anni 80-90, lo "SKUUP" del biscardone nazionale ha fatto epoca....
    Ma era lo stesso nei forum modellistici del primo millennio... il lunedi dopo la mostra era un leccamento di culo fantastico, tutti a dire bravi di qua, grazie di la', ottima organizzazione, arrivederci alla prossima ( che sarebbe stato io ti premio poi tu mi premi e cosi' via..), noi aquile ci limitavamo a dire "grazie della soppressata", dopo aver fatto sparire epocali banchetti manco fossimo stati Obelix e Asterix con i cinghiali, ma siamo sempre stati cosi' ed e' un bene, credetemi...
    Scorro le classifiche e vedo il Gotha, almeno negli aerei, vorrei dire ...meglio cosi....
    In fondo non era noiosa la ferrari di Schumacher quando vinceva sempre per cinque anni di seguito ?
    Anche la juve sta stancando tutti dopo sei scudetti di fila, eppure nel primo caso, la ferrari, nessuno correva piu' forte  e nel secondo, il calcio, le altre squadre sono piu' scarse...
    Direi che per giudicare serve tempo, erano discussioni alle nostre mostre che duravano sino a  16 gg. e qui pensate che discutano mentre arriva il modello di categoria appena iscritto tramite volo low cost ungherese ?
    Bravi comunque tutti...in ogni caso...
  • con le attuali tecnologie sarebbe possibile fare una mostra in un week end come esposizione, ma dando alla giuria anche 15gg per analizzare in prima estanza i modelli esposti. Le iscrizioni possono iniziare 15gg prima. Il partecipante inoltra l'adesione e poi una serie di immagini del proprio modello ( è possibile da parte dell'organizzazione fornire specifiche sul come si vogliano queste immagini, in modo da avere una omogenea copertura dei soggetti in concorso e in modo che la giuria possa rendersi conto subito di eventuali cappelle o pregi, che poi ovviamente saranno verificati in sede concorsuale e dal vivo, ma già un sacco di cose solo dalle immagini possono essere pre-viste e quindi ponderate ). . Poi i modelli arrivano al concorso e si vedrà se dal vivo rende meglio uno o l'altro, ma nel frattempo si sarà fatta una scrematura notevole e si potrà aver analizzato tutto in modo molto molto approfondito.  E così certi problemi saranno risolti alla radice.
      
  • Questa storia va avanti da anni.
    Ma, benedetti figlioli, come diceva sempre il mio prof di religione, facendo seguire Porca miseria e santa Madonna (fino al giorno che invertì i termini) spingersi a siffatti particolari  modellistici lascia il tempo che trova non solo perchè, stando in posizione nascosta, non si vedono , ma perchè probabilmente non esiste nessuno in grado di conoscere la posizione del "pisciatore" sul velivolo pincopallo a parte colui che lo ha fatto e quindi si è documentato (io stesso prima di farne il kit non avevo mai fatto caso alle differenze tra un F104G ed un F104S/ASA/ASA-M motore a parte eppure li avevo praticamente visti tutti uno per uno).
    Secondo me è giusto fare le dovute correzioni di eventuali errori di riproduzione del kit, ma senza esagerare troppo perchè poi ci si scontra con l'attuale moda di riprodurre le file dei rivetti dove la domanda sorge spontanea: ma quanti ce ne sono al vero ?
    Un cerchione di una ruota di errato disegno è giusto che venga corretto, ma il millimetro in più o in meno di lunghezza nella 1/48 ha lo stesso significato?
    Come al solito nel mezzo sta la giusta via altrimenti non si fanno più modelli e...... la pila sale.
    Tex
  • secondo questo tuo criterio Tex è del tutto inutile l'esistenza della mostra come concorso ... e guarda, in gran parte concordo, è più che mai oggi inutile ... solo che se c'è un concorso, a quel punto delle regole vanno date e oggi ormai si è arrivati a livelli tali che si finisce con l'essere costretti a contare il rivetto e paradossalmente vince chi ha imbroccato il numero di rivetti esatto, sempre che tutto il resto sia ovviamente omogeneo all'altro o agli altri concorrenti ... almeno così me pare.
     
  • edited May 15
    A parte furbi e furbetti, credo che le giurie non possano essere competenti su ogni singolo modello di aereo,  organizzare una mostra porta via parecchio tempo, e, a menmo che  di far arrivare i pezzi con due settimane di anticipo non c'è modo di verificare la corrispondenza tecnica  perfetta al reale. All' Eduard day ho portato della documentazione sul pucarà in parte ottima, in parte raccattata in rete. Fascicolo preparato in fretta, risultato: in copertina avevo un bellissimo profilo, ma con insegne di coda leggermente fuori posto, io le mie le avevo posizionate in base a foto non allagate ai documenti, il giudice ha rilevato che non erano conformi a quanto portatoe, giustamente, dal suo punto di vista mi ha castigato. Per cui ritengo corretto che il relalismo vada valutato nei limite del possibile, mentre più obbiettivo può essere il giudizio sulla costruzione colorazione. Nei Master ho visto diversi modelli con incisioni indecise, che comparivano e sparivano. Senza voler fare polemica, credo che almeno nel 48 i giudizi non siano stati malaccio, IL Fouga di Cassi, l' F-16 Belli meritavano senz' altro, qualche dubbio sull' Hellcat di Paternieri, grande lavoro di dettaglio, ma la colorazione non mi è piacita moltissimo. Il 202 di Biotti, aveva degli anelli di fumo stupendi, è un modello che mi piace tantissimo. Scusate se vi sembrerò presuntuoso, ma a Moson con molti meno aerei in categoria, perchè le categorie erano più numerose, sentivo l'incertezza della competizione, a Thiene non molto. E questo non è un bene per il modellismo in genere. Ho però avuto una grande soddisfazione, un mio "discepolo" con esperienza scarsa, dopo qualche bastonata è riuscito a fare un Draken in 1/48 che ha fatto bronzo negli Standard sia a Thiene che a Moson. Forse ancora troppo lucido, deriva con ombreggiature troppo marcarte, ma lavoro molto pulito per uno della sua esperienza, reinciso,
     con tutte le mazzate che gli ho dato....



  • gioca said:
    secondo questo tuo criterio Tex è del tutto inutile l'esistenza della mostra come concorso ... e guarda, in gran parte concordo, è più che mai oggi inutile ... solo che se c'è un concorso, a quel punto delle regole vanno date e oggi ormai si è arrivati a livelli tali che si finisce con l'essere costretti a contare il rivetto e paradossalmente vince chi ha imbroccato il numero di rivetti esatto, sempre che tutto il resto sia ovviamente omogeneo all'altro o agli altri concorrenti ... almeno così me pare.
     
    Non volevo essere così drastico, ma alla fine il significato è quello che hai espresso tu.
    Per quanto mi riguarda il modello deve essere realizzato correttamente, senza errori di montaggio (vedi pezzi non bene incollati, evidenti accoppiamenti male stuccati ecc,ecc.) , con mimetiche più verosimili possibile e araldica rispettata in pieno, ammetto la presenza di  aftermarket/auto costruzioni in cabina, nel motore o nei vani armi o equipaggiamenti  purchè sapientemente montati. Già, però, andare a spostare un pannellino ....è come fare una fila di rivetti (quanti erano? Ma erano proprio lì?), si innescano tutta una serie di domande a cui è difficile dare risposta certa, anche con tutta la documentazione disponibile. Hai visto bene quando ci siamo messi a cazzeggiare con i fori dei bossoli del 202?
    Fidatevi neppure il pilota o lo specialista sanno tutte la cose che vorremmo infilare noi sul nostro modello e quelli che dicono di saperle (e magari è anche vero..) mi spaventano perchè io il modellismo non lo intendo così.
    Così diventa un lavoro e non un hobby.
    Tex 
  • Se c'è una cosa che a Thiene mi ha colpito, direi sorpreso più che altro _ e la fotografia del Draken mi sembra una buona testimonianza _ è che tanti dei modelli sono stati esposti dal lato sbagliato, bastava girare tante delle varie basette di 180° e sarebbe stato sicuramente meglio.
    Poi ad ogni mostra che venga fatta da noi da 20 e più anni le critiche sono sempre bene o male le stesse, seppure poi la gente che alimenta il fenomeno sia alla fine sempre la stessa da decenni. Eppure nonostante i problemi siano gli stessi, spesso sempre gli stessi alle stesse mostre, raro che si senta che siano stati risolti, anzi ... eppure nonostante gli annunci vari si rinuncia a questa o quella manifestazione o anche di rinuncia all'esposizione concorsuale in favore della sola esposizione, alla fine tutto rimane come prima. Tutti ti dicono che la coppa non conta, che lo fai per incontrare gli amici, per mangiare bene questo o quello, che la cosa più importante è il rivedere certi amici, e poi però alla fine sempre e comunque sarà mostra concorso. La polemica post mostra è alla fine un rituale quasi come l'iscrizione, le categorie, ecc ... se non ci fosse la mostra non sarebbe riuscita al 100%. E' da decenni che è così ... può cambiare ? non credo.     
  • Il modellismo è un hobby, si investe tempo libero e denaro per ricevere appagamento personale. Se c'è un sacco di gente che ai concorsi partecipa o li frequenta anche solo  per semplice curiosità, affermare che sono inutili è un po' azzardato. Agli autori dei 1800 modelli esposti a Moson evidentemente il concorso non è sembrato inutile, e non so quanti erano a Thiene. A questo punto sono inutili i tornei di bocce, le gare di pesca, i contest on line, i concorsi canini, felini, ornitologici, dei bonsai,di tiro a segno, arco e frecce, ecc....
  • Sono due piani diversi e non mischierei cose troppo diverse fra loro. Una mostra e un concorso sono due cose non necessariamente coincidenti.sull'utilita della prima nessun dubbio, sul secondo invece dico che potrebbe pure non esistere e non credo cambierebbe molto... Sulle bocce o il campionato di calcetto lascerei perdere perché non vedo analogico, specialmente quando in un gioco è la matematica a dire chi ha vinto, nel concorso modellisti o non mi pare proprio. Se vogliamo fare un paragone che trovo calzante userei quello di una esposizione di artisti.... La mostra è esposizione, ma oggi difficile che sia concorso, per fortuna, si sono tutti resi conto dell'assurdo... Ma sinceramente nel Modellismo anche tutto rimanesse come oggi, andrebbe benissimo lo stesso per quanto mi riguarda, se si partecipa siamo tutti grandi e vaccinati per conoscere i limiti delle formule che accettiamo nel grande gioco, se non partecipiamo godiamo uguale delle idee e degli spunti dei vari lavori, botte piena e moglie ubriaca  ;) 
Sign In or Register to comment.
Origami
Origami is the Japanese word for paper folding. ORI means to fold and KAMI means paper and involves the creation of paper forms usually entirely by folding.

Social