Parliamo di primer...un consiglio..

Per anni ho usato un grigio chiaro, a volte un tamiya a volte un gunze, dipende dal primo che trovavo in mano....da un paio d anni mi sono convertito alla bomboletta tamiya, comoda, pratica, asciuga velocemente...
La uso con dedita attenzione anche sui figurini in 1/35, mi chiedevo però se esisteva un primer della valletto da dare a pennello ....o nel caso ad aerografo...
Bye

Commenti

  • certo, ci sono i primer Vallejo appositi per figurini e non solo, spruzzabili, ma anche a pennello rendono benone. Bianco o grigio, credo pure nero volendo.
    Io uso il bianco.

  • Primer vallejo esiste, l'ho provato e non mi piace molto. Spiego: fa una pellicola, tipo pellicola fatta da colla vinilica. Quando si deve carteggiare se viene via un poco di questa pellicola, quella attorno pure si "alza" e non rimane attaccata alla superficie.
    Non so se mi sono spiegato...
  • E' vero, io lo uso sui figurini quando non ho praticamente nulla da modificare, per cui  non ho questi problemi ... però fa una pellicoletta che se uno utilizza il primer per vedere difetti, poi intervenire, ecc ... eh, allora potrebbe non andare bene.


  • edited December 2016
    i vallejo poliuretanici vanno mescolati molto bene, sono davvero ottimi per uniformare il tutto a lavoro di carteggiatura quasi ultimato. Il bianco ho visto che ha cmq più tendenza a "pelarsi" rispetto ad esempio al grigio panzer (che ho preso per mixarli in modo da avere un grigio chiaro più facile da verificare per un "orbo" come me :-9 , quest'ultimo aspettando un paio di giorni l'ho pure carteggiato senza problemi (bisogna essere delicati con la manina però, non scartavetrare con la grana 150 come se fosse lo stucco molak "de na olta" :-D
    Idem ho provato un primer grigio della AK e sembra un clone del vallejo.
    Sono ottimi per fare da aggrappante per i colori acrilici pseudo valleio che altrimenti su plastica hanno la tendenza a separarsi e formare palline (odiosissime).
    Il tamiya e ancor più i gunze surfacer restano il top (ad aerografo) ma che puzza che fanno...(oltre ad essere poco salubri)..ah e fattore da non trascurare più laboriosi da pulire, cosa che con un po' di vetril coi vallejo/ak in due secondi è l'aerografo è tutto pulito...

  • @phantomrulez avendo usato smalti humbrol negli anni 70 siamo esenti da ogni tipo di tossicità e contaminazione nucleare
    Per la cronaca ho aggiunto trielina al vecchio 11 argento del 1974 che al solito ha formato una morchia attorno al coperchio, come d incanto tutta sciolta, risultato barattolo ancora mezzo pieno e spruzzato alla grande..
    Gli humbrol anni 70 sono degli Highlander
  • edited December 2016
    ma come fai ad avere ancora la vera trielina? contrabbando? mercato nero? :-9
    In italia è bandita da anni ... una bomba micidiale @-)
    io ho trovato un surrogato valido trielax che però a parte il nome è un composto chimico diverso , dovrebbe essere tricloropropano al posto del micidiale tricloroetilene :-D funziona bene come la tappo verde basta usare mascherina 3M con i filtri marroni
  • Se la fa in casa, stile Breaking Bad...
  • Si vede che non siete stati amici di ALI' IL CHIMICO, fratello di Saddam...
  • Quello per provare la trielina ci scioglieva i dissidenti... che diventavano diluenti...
  • edited December 2016
    I colori AMMO Mig che stò provando sono più resistenti dei Vallejo e non pellicolano e possono essere leggermente carteggiati. E' indubbio che sono meno resistenti dei Gunze/Tamiya.
    Gli acrilici vinilici non sono colori nati per essere "maltrattati" altrimenti danno brutte sorprese, ma ultimamente le formulazioni AMMO Mig sono più evolute dei primi Vallejo. In ogni caso li trovo più interessanti nell'uso sui mezzi più che sugli aerei, anche se offrono il grande vantaggio di assenza di odore.
  • Miki con cosa li diluisci? Acqua? 

  • Quelli con tappo giallo sono già pronti per essere utilizzati ad aerografo ed a pennello. Se li vuoi diluire ulteriormente c'è il suo diluente. Per pulire l'aerografo c'è il cleaner.
    L'unica avvertenza è quella (nell'uso con aerografo) di avere pressione non inferiore a 1 bar e soprattutto passate molto leggere ed utilizzare l'aerografo (con sola aria) per aiutare l'asciugatura. Tassattivo non fare passate pesanti o troppo bagnate pena finitura a buccia d'arancia.
  • edited December 2016
    Io da qualche tempo ho risolto spruzzando come primer il MrSurface 1500, grigio o nero diluito 60/40 con il Mr.Color Leveling Thinner, quello con l'etichetta gialla.
    La finitura superficiale è ottimo, aggrappa benissimo anche su resine e fotoincisioni ed hai già la base nera se devi finire il modello in NM.
    Seba

  • Grazie Miki


Sign In or Register to comment.
Origami
Origami is the Japanese word for paper folding. ORI means to fold and KAMI means paper and involves the creation of paper forms usually entirely by folding.

Social