meglio e peggio

ormai l'annata è finita, anche se forse l'anno modellistico dovrebbe iniziare a Norimberga, il salone delle decisioni irrevocabili da parte delle ditte !
;-)
Credo ben poco uscirà nelle ultime settimane, per cui faccio un bilancio relativo a quella che mi è parsa la ditta più interessante dell'annata e quella o quelle meno, ovviamente ognuno di voi avrà una classifica diversa, visto che ad ognuno la propria cavalla come si dice ...
Eduard finalmente con il suo Spitfire è uscita. Non mi ha deluso, anzi ... era ora. Diciamo piuttosto che mi delude un po' il fatto che tutta questa spinta promessa per l'1/72 con quella che pareva essere una vera onda lunga di novità e kit sviluppati non si è vista e non si vedrà, anzi ... anche a leggere l'ultimo bollettino informativo sembra proprio che andranno avanti come lumache ... certo non mi manca comunque la scelta vista la mia pila di traianea dimensione. Airfix ha ben figurato con le sue varie novità e prestissimo arriverà anche qua il B17, un superclassico, senza contare l'altro attesissimo P40B uscito da poche settimane ... Airfix è pure il marchio che promette meglio per il futuro quanto a scelte e assortimento, di tipi e direi pure di prezzo, almeno per ora. Revell mi sta deludendo un po' perchè da quel suo Spitfire MkII in 72 mi aspettavo in effetti meglio. Italeri non pervenuta, ma qua non c'era alcun tipo di attesa, non ci si contava per cui ... sarà per il prossimo anno ? Bah ... anche non dovesse non mi pare si perda poi nulla vista la qualità mediobassa del prodotto attuale.
Grande delusione, forse la più grande l'ha riservata invece il gruppo AZ/KP, a fronte di fragorosi annunci passati di novità a raffica ad andare a coprire per altro soggetti interessanti o molto interessanti, alla fine questi pare che non vedan altro che L4 !!! Ma dove sono i CR32, i P39, i P36, i SIAI206, ecc ... promessi, giurati e spergiurati e per ora missing in action ? Mah ...
Poca roba anche dai cinesi, quanto meno per il mio gusto ... salvo il MiG29 ... bello il Su 27 Zvezda ....
vedremo il prossimo anno ... parrebbe aprirsi molto bene, speremo.
Chiudo con gli auguri di buon .... ma no, è ancora presto ....  

Commenti

  • edited December 2016
    Dovremmo chiudere con il bilancio di fine anno dei modelli finiti
    1/72 zero tamiya
    1/32 hayabusa hase
    1/48 fw 190 hase ( su commissione)
    1/35 nashorn tamiya
    1/35 pz IV tamiya

    sul tavolo 1/35 jeep tamiya + 4 sboroni americani bronco model

    Aggiungo l avventura modellistica in Giappone e l incontro con il cugggino di Giovanni, lo Jedi modellistico
  • Bhè una grande delusione, ormai cronica è l'Hasegawa. Praticamente scomparsa. Fa solo riedizioni.
    Anche Eduard in fondo, dopo aver sistemato il Bf.109 si stanno leccando le ferite ed hanno fatto un accordo con Hasegawa. Ormai la ditta giapponese vende molto di più tramite Eduard (ed Italeri) che con le proprie scatole.
  • Non credo ci siano ferite da curare in casa Eduard. Da quello che leggo per tutto il 2017 sono previste collaborazioni con i jappo. da Typhoon a S-61, P-47,.. 

    Triste invece che ci siano poche novità. Anche i vulcanici cechi si vede che sono a corto di idee.

  • zipper said:

    Non credo ci siano ferite da curare in casa Eduard. Da quello che leggo per tutto il 2017 sono previste collaborazioni con i jappo. da Typhoon a S-61, P-47,.. 

    Triste invece che ci siano poche novità. Anche i vulcanici cechi si vede che sono a corto di idee.



    E' la fine che fanno tutti quando diventano grandi! Anche la Italeri all'inizio faceva cose egregie, oggi riedizioni.
    Non è solo questione di idee, ma di dindini. E' più facile fare una riedizioni dell'Hasegawa in Profipack che sviluppare da zero un kit al top del livello.
  • Non credo ci siano ferite da curare in casa Eduard. da quello che leggo per tutti 17 sono previste collaborazioni con i jappo. da Typhoon a S-61, P-47,.. 

    Triste invece che ci siano pche novità. Francamente un 109 F in 48

  • edited December 2016
    hasegawa ha un catalogo talmente vasto e con stampi ancora di qualità eccelsa che può campare di rendita per anni...
    prendiamo ad esempio alcuni ww2 giappi in 1/48 , fanno ancora paura... magari da noi non vendono un tubazzo ma chissà in giappone come vanno via sugli scaffali?
    ..dubito assai che hasegawa abbia bisogno di rebox italeri per campare...semmai arrotonda qualcosina... :-)
  • Basti pensare che il miglior kit di P40E e P40N in 1/72 sono ancora i kit Hasegawa anni 70/80 !!! Uno stampo che ancora oggi è il migliore ... una rendita mica da ridere! Mai come per questi vale il detto che le cose quando sono fatte bene durano più a lungo ... e non è che siano perfetti, ma sono ancora i migliori !
     
  • edited December 2016
    A me sembra che Hasegawa faccia, pero' si sia spostata molto o tutto sul mercato interno: negli ultimi anni sono usciti il Pete in 48, un altro idro giapponese in 48, Zero in 32 e ora esce l'Emily in 72. I primi due li ho, eccelsi.
    Potrebbe essere una conseguenza della crisi, che forse li ha colpiti duramente nelle vendite europa/usa.
  • Sono d'accordo, Hasegawa fà una politica che non è eccitante per il modellista, ma le poche novità che produce sono ottime e rimangono kit di riferimento per moltissimo tempo. 

    La mia pila ha un bel po' di F-104, F-14, F-4, A-3 ed altri e rimangono i kit migliori, o tra i migliori in 1/72

    Qui in europa non compriamo più molti kit Hasegawa per i prezzi assurdi che stanno facendo, se i prezzi fossero più accettabili il loro mercato in europa sarebbe molto molto più grande di quello che è ora

    Se non costassero quello che che costano, probabilmente avrei comprato un bel po' di Typhoon

  • Approvo. Il taglio alle gambe ad Hasegawa in Occidente è stato dato dall'eccessivo ricarico finale sul prodotto.
     La crisi ha poi sicuramente accentuato un problema già esistente. Ma ad Hasegawa cosa importa se alla fine il 90% del suo incasso lo fa in casa ? Per recuperare hanno iniziato a puntare sempre più in soggetti dal gusto ultranipponico ... fanno bene.

  • TexTex
    edited December 2016
    Anche qui da noi fanno così?......O  No? :-B
    Tex
  • edited December 2016
    Hasegawa in realtà sta continuando a proporre novità, solo che lo fa in un settore che per noi è di zero o quasi interesse: quello degli anime. E' un settore che in Giappone sovrasta di molto tutti gli altri soggetti, garantisce vendite che pochi aerei possono garantire e loro è da una decina d'anni che ci sono buttati per bene.
  • @giorgio confermo...chissà se il pastificio un giorno inverte la rotta e si dedica alle Winx o a Topo Gigio
Sign In or Register to comment.
Origami
Origami is the Japanese word for paper folding. ORI means to fold and KAMI means paper and involves the creation of paper forms usually entirely by folding.

Social