Albion Am463 3-point fueller 1/48 della Airfix

modificato August 2016 in L' Hangar (WIP)
Ultima fatica modellistica questo Albion AM463 cisterna della RAF in scala 1:48. Il kit è un new tool della Airfix del 2015. Lo stile è quello ormai noto: ingegneria europea e manifattura orientale. Costo 14 euro.
Il modello è sin troppo dettagliato e con varie opzioni, forse più confacenti ad una scala superiore, e per questo richiede attenzione nel montaggio/colorazione ed un certo tempo. Ecco le immagini, anche se molto artigianali:

image

image

image

image

image

image

image

image

Commenti

  • Molto eelizioso complimenti :-D
  • lo spit è il nuovo airfix?
  • Accidenti che bello
  • Lo Spitfire è il Tamiya Mk I in scala 1/48 costruito oltre 20 anni fa! I  figurini sono della ICM e gli altri mezzi aeroportuali sono della Pro Modeler/Monogram e costruiti anni fa. La basetta lo avevo fatta da ragazzo, oltre 30 anni fa e dovrei restaurarla e finirla. Purtroppo non sono un dioramista!
  • bhè bravo, davvero notevolissimo se l'hai fatto 20anni fa ! anzi ti direi che l'hai colorato meglio dell'albion ;-)
  • PhantomRulez ha detto:

    bhè bravo, davvero notevolissimo se l'hai fatto 20anni fa ! anzi ti direi che l'hai colorato meglio dell'albion ;-)



    Grazie! L'Albion è invecchiato con i prodotti AK Interactive (gli spagnoli tanto cari a Giovanni) per dare un senso di vissuto. Lo Spit invece ha una leggera evidenziatura delle pannellature in quanto all'epoca non c'era Mig Jimenez con i suoi prodottini!
    Comunque la difficoltà di costruire questo Albion è paragonabile ad un buon Spitfire. Sono decisamente più semplici i Tamiya ed Italeri (sto facendo due Opel Blitz sempre in 1/48). Ha parecchi dettagli non visibili, come il motore ed il gruppo pompe, francamente inutili.
  • miki68 ha detto:

    PhantomRulez ha detto:

    bhè bravo, davvero notevolissimo se l'hai fatto 20anni fa ! anzi ti direi che l'hai colorato meglio dell'albion ;-)



    Grazie! L'Albion è invecchiato con i prodotti AK Interactive (gli spagnoli tanto cari a Giovanni) per dare un senso di vissuto.
    sarà mica colpa dei prodottini AK ???
    :-D
  • modificato August 2016
    ma gli ak sono quelli a smalto che hanno tra le news lo sporco x zone urbane ad alta densità piuttosto che lo sporco da residence con vista sul mare? o forse è la sua costola mig..vabbè so che una volta volevo ordinare anch'io un paio di pozioni ma mi è venuto il mal di testa nonchè una paralisi al dito medio a forza di scrollare la lista col mouse!  :-O
    una volta c'era da farsi venire il mal di testa a trovare il colore fs giusto adesso sembra che si possa usare il primo colore che capita che tanto poi bisogna passarci sopra 40mani di sbroda! :-O
  • e alla fine invecchiare un aereo come un carro. Ragazzi, mio cuggggino l'ha sempre detto: diffida dei carristi, hanno una visione deformata dalla polvere e dal fango che gli si è accumulato sulle lenti degli occhialoni. Come è saggio a mio cuggggginooooooooooo !
     
  • modificato August 2016
    Giovanni a parte gli scherzi, i prodottini vanno da dio. Sono pronti all'uso e ti fanno risparmiare tempo a prepararli.
    Per quanto riguarda l'elenco, si è vero c'è ne sono tanti, ma in realtà per svariati usi, dai carri, agli aerei, alle navi.
    Si basta perderci un po' di tempo a capire, poi il nome del colore riflette dove potrai utilizzarlo. All'inizio sembra astruso poi diventa semplice.
    Per la cronaca, Mig Jimenez dopo aver fondato la MIG,m l'ha venduta e si era messo in società con un tal Vallejo (non è quello dei colori) per fondare la AK Interactive. Poi le loro strade si sono divise e lui ha fondato la Ammo Mig. Queste ultime due sono ormai concorrenti tra loro. Ho dei bocettini di entrambe e sono prodotti simili. Sull'evidenziatura delle pannellature degli aerei devo dire che i toni sono molto azzeccati. Su un Viking sono rimasto soddisfatto.
    Insomma non si può sempre andare contro il progesso. Questo prodotti ti fanno risparmiare tempo e questo per me è positivo!
  • Non sono contro il prodotto, ma semmai non apprezzo l'estremismo che porta questi autori ad enfatizzare certe cose , ho sfogliato diverse volte le riviste di uno di questi gruppi/produttori ... uno in particolare era dedicato al Vietnam, i soggetti aerei erano semplicemente orrendi, non nella realizzazione, sia chiaro, ma nell'effetto finale ... del tutto irrealistici, caricaturali, brutti. Tutto qua.
    Per i carri varle un altro discorso, ma qua parliamo di aerei. Se il prodotto facesse schifo non credo avvrebbe clienti ... sull'uso assurdo che vedo farne ... questo è un altro discorso, ma poi alla fine mica mi puntano una pistola contro e mi costringono a comprarli, e se uno si vuole fare un aereo invecchiato come un carro, finisce nella sua vetrinetta, non nella mia, per cui non mi cambia niente.
    Mio cuggggino si è trovato male con la MIG e la AK e tutte queste perchè non attaccano bene sui modelli placcati oro che vende a Dubbbbai, e poi pare che gli sceicchi modellisti aborrrrrrrano l'effetto polvere sui kit placcati oro !

  • Alla fine bisogna ragionare con la propria testa. Gli Spagnoli vanno giù di mano pesante ed è la moda del momento. Basta vedere anche nelle riviste. Questo non vuol dire che bisogna seguire ciecamente oppure essere contro.
    Anche io ho letto qualche rivista della AK Interactive e ho trovato anche intreressanti consigli. Poi il prodotto bisogna provarlo e farci ma mano e cercare di dare l'effetto che si ha in mente.

    Personalmente non mi piace molto andare di mano pesante, così come non mi piacciono i modelli troppo aperti e vivisezionati come si vedono in varie riviste. Però ho imparato ultimamente che è importante finire un modello perché tutte le fasi sono interessanti e si ha quella forma mentale di aver comunque chiuso un progetto.
Accedi oppure Registrati per commentare.