Altro nuovo marchio ...

https://www.facebook.com/cromaticamodels

ho idea per ora più ipotetico che concreto ... per quanto i costi di un kit siano parecchio diminuiti rispetto al passato, grazie alle nuove tecnologie, un kit in plastica di questi sigari volanti mi paiono un superazzardo ... certo se il Giappone però ci mette lo zampino, a quel punto potrebbero veramente stravendere !

Aloa

Commenti

  • A me piacciono molto, anche se i whatif preferisco disegnarmeli da solo. Loro hanno chiesto su ARC in che scala i modellisti preferirebbero averlo il "sigaro". ma temo non fosse il posto giusto, sono stati accolti da pomodori e lattuga...

    Comunque perfino un sigaro ipotetico è commercialmente più interessante di un AMX evidentemente...
  • Però il sigaro ha un suo fascino!
  • ... è curioso nel nostro campo come l'appetibilità commerciale di un soggetto possa essere direttamente proporzionale al nome del marchio che lo produce e commercializza ( attenzione alla differenza, direi sostanziale ): un Caproni Stipa Tamiya venderebbe bene, diversamente da uno Italeri che rispetto al Tamiya venderebbe comunque molto meno quando non sarebbe un assoluto fiasco . Questa regola per altro sono gli stessi negozianti a confermarla !!! In sostanza non è sempre il soggetto a determinare la buona riuscita commerciale di un prodotto, ma il marchio che lo produce !
    Aloa
  • modificato January 2014
    ... certo se il Giappone però ci mette lo zampino, a quel punto potrebbero veramente stravendere !
    Non sono sicuro se questo sigaro volante whatif andrà bene in Giappone, da quelle parti sono attirati dai gabinetti/bagni in scala


    PS a propisto di ARC e Whatif: i miei whatif su ARC hanno fatto bene, il Phantom monoposto monomotore ha superato da anni le 10 mila visualizzazioni... Mi pare che il tipo di modello da quella parti non lo trattano male.
  • modificato January 2014
    ... è curioso nel nostro campo come l'appetibilità commerciale di un soggetto possa essere direttamente proporzionale al nome del marchio

    allora al pastificio basterebbe sostituire il logo con le stellette ( magari di altro colore) cosi' da trarre in inganno

    lz

Accedi oppure Registrati per commentare.