IA-58 Pucarà conMirach 100/2 Mimetizzato!

edited February 2016 in L' Hangar (WIP)

1988 un team dell' allora Meteor CAE SpA, di Ronchi dei Legionari (GO) si reca in Argentina, provincia di Cordoba, per effettuare dei lanci sperimentali di un radio-bersaglio Mirach 100/2, (rudimentalmente) trasformato in ricognitore, in previsione di un contratto sfortunatamente mai materializzatosi con la Quimar, una ditta Argentina, che avrebbe dovuto ottenerne la licenza di produzione. Il kit è un raro Acongaua, gentilmente inviatomi da Juan Carlo Hereida, titolare della Acongaua stessa. Molte informazioni e foto del Pucarà mi sono state inviate da Guido Bellomo dell' IPMS Mar del Plata. Ringrazio anche i miei colleghi Alessandro e Tiziano, che hanno parteccipato alla missione per il supporto tecnico. Il Mirach 100/2, ribattezzato Bigua, è un' autocostruzione integrale, partendo da un......pennarello. Devo dire che ho proceduto disordinatamente, lavorando un po' su tutto in contemporanea, senza finire nulla.... Ecco a che punto sono:

Il vero

 

Il finto Mirach 100/2

Segiolino eiettabile MK6

Il vanoi carrello approfondito, notare con quanta perizia ho assottigliato le pareti senza bucarle!!!!~x(

 

Continua...............

 

«1

Commenti

  •  

    L' abitacolo, di qualità non certo equivalente ad un moderno Aires, ma che ci volete fare...

    Post. DX

    Ant. DX.

    Post. SX

    Ant. SX

    E per finire ho iniziato i carrelli si buttano tubetti di rame e ottone, stagno, svariati profilati di plasticard in uno shaker, si agita bene ed ecco il risultato ( purtroppo non avevo monetine):

     

  • Esce un Airfix nuovo stampo a fine ottobre del Pucarà, ho già visto cosa hanno preparato CMK e Aires di dettagli vari per rimpiazzare delle già ottime basi in plastica, il tuo sacrificio non è stato dunque vano ! :-D
    Beato te che hai tutto sto tempo ... e anche tutta questa voglia e perizia, perchè sinceramente io mi sarei scoraggiato già al pennarello !
  • Non ci dici la scala ma immagino sia 1/48 vero? Gran lavoro e complimenti per la pazienza di costruire tutti quei dettagli.
    Il kit Aconcagua com'è? Ho pensato varie volte di prendere la conversione per l'Embraer Tucano in 1/72 ma non avendo mai visto nulla di più delle foto sul sito e con le complicazioni dell'ordine dall'Argentina ho sempre desisitito...
    Ciao
    Fabio
  • Bel lavoro, mi piace molto. Bello il drone fatto col pennarello !!! L'ennesima dimostrazione che per un modellista qualunque cosa può essere usata per costruirci qualcosa...
  • Si vede quando uno è ricco. :-9 :-9
    Comunque complimenti per il lavoro che hai fatto. Veramente bello.

    Ciao,
    Rodolfo.
  • bel lavoro sul Pucarà, aereo che adoro, ma il Mirach è fantastico!! Complimenti..

    B-)

    (dove hai trovato i disegni del Mirach?)
  • Grandioso!! 8-)
    Unica critica: in questi tempi di crisi serve proprio mostrare che ci si pulisce il cutter sulle carte da 50€?? :-9
  • Scusate scala 1/48. Qualità variabile, incisioni belle che combaciano, abitacolo non all' altezza di un Aires recente, Ginzioni fusoliera buone, ma bisogna inventarsi i pin.


    I disegni? Per 25 anni il mio lavoro è stato far volare quei cosi, pilota di aerei senza pilota!
    La missione in Argentina me la sono persa, ero appena assunto, ma poi ho recuperato, ho quasi 700 voli sulle spalle ( voli simbolici ovviamente).

    Airfix? In 1/48? Ditemi che non è uno scherzo!!!!!
  • Dimenticavo, la banconota l' ho messa perchè, su modellismo più si è fatta una statistica, e nonostante non spenda molto per modelli e attrezzi, sono risultato uno dei più spendaccioni per quanto rigurda carburanti e Autostrada per recarmi ai concorsi ( anche se credo molti non abbiano avuto il coraggio di dichiarare il loro budget, causa timore di equitalia e mogli/fidanzate tiranniche) per cui ho voluto ostentare tutta la mia ricchezza, usando come riferimento per le dimensioni la suddetta baconota. :-D :-D :-D

    Cioa Roberto.
  • Ho avuto il privilegio di vedere questi gioiellini dal vivo e sono davvero spettacolari. Ah, se solo avessi anche io un po' di tempo... che prurito alle mani... :-(
  • edited September 2013
    Airfix? In 1/48? Ditemi che non è uno scherzo!!!!!
    No, non ancora. Uscirà non appena avrai finito di mettere le decals e sarai pronto per l'opaco e per imbasettare il tutto. E sarà non solo in 1/48 ma anche completo di Mirach...

    Storia già sperimentata...
  • Gabriele ha scritto:

    "No, non ancora. Uscirà non appena avrai finito di mettere le decals e sarai pronto per l'opaco e per imbasettare il tutto. E sarà non solo in 1/48 ma anche completo di Mirach..."

    Si sentiva la mancanza di corvo portasfiga............

    :-9

    :-9

    :-9

  • Ma figurati... non fanno un AMX, figurati se c'è qualche ardito che si mette a fare Pucarà con Mirach...
    Mi sa che la tua opera resterà pezzo unico per molti secoli a venire...
  • edited September 2013

    Piccoli passi: spinate le ali, divise in 4 pezzi e fatto un primo controllo degli allineamenti

     

  • Nonostante le abbondanti fresature alla sede dell' ala in fusoliera, questa è risultata verticale, anche se la semiala destra risultava inclinata di 1mm all' indietro, quella sx di 1 mm in avanti. Scostamento impercettibile su un' apertura di 30 cm, comunque vedrò di correggere quando la fusolierà sar chiusa definitivamente, fresando ulteriormente in diagonale la sede stessa dell' ala.

    Non ho saputo resistere, e ho voluto vedere il Mirach vicino al bestione.

     

    Di seguito qualche scattoo dei carreli finiti, a meno dei pistoni idraulici di sollevamento, che farò quando le gambe verranno definitivamente fissate in sede.

    E per adesso e tutto.

    Ciao

    Roberto.

  • Niente male davvero, bel lavoro!
  • edited September 2013
    Grazie Alessio,

    vediamo cosa salterà fuotri alla fine....

    Ciao
  • Davvero una meraviglia... Ti invidio anche per il tempo che puoi dedicare alle attività modellistiche. Io sono riuscito, settimana scorsa, a prendermi 5 minuti per grattare un po' di stucco, messo 2 settimane fa (in altri 5 minuti)...
  • Fusoliera chiusa, di seguito qualche foto dell' abitacolo e dialcune difficoltà che dovro' affrontarenel mettere assieme i pezzi della bestia. Sinceramente, forsre ho peccato di ingenuità, ma tutti sti problemi non me li aspettavo.

     

     

     

     

     

    E adesso vediamo cosa mi riserva il futuro:

    Giunzione ala fusoliera

     

    Giunzione ala fusoliera

    Musetto, 3 mm di troppo in larghezza.

    Semiala esterna, dorso fatto combaciare, 1 mm di scalino sul ventre, dove, tra l' altro, dovrò fissare il pilone.

    Notte,

    Roberto.

  • ..nulla che un buon bulldozer non possa sistemare in un paio di giorni di lavoro... :-O
  • In realtà il musetto è corretto, è la fusoliera ad essere sballata ! :-D
    Slarga tuttoooooo .... scherzo, non ne ho idea, ma visto come stanno le cose potrebbe pure essere, non mi stupirei per nulla, anzi, lo do come probabile.
    Vedo un Airfix sempre più vicino ... più sono i problemi più si avvicina ! :-D
    Aloa
  • per tornare al serio, penso di sapere cosa è successo, avendo stampato modelli per circa 20 anni. Gli stampi in silicone, a meno di usare siliconi speciali che costano troppo, dopo circa una ventina di pezzi iniziano a gonfiarsi. Così facendo il pezzo che ne risulta è via via leggermente più piccolo. Se continui ad usare lo stampo, gli ultimi prima della sua fine (circa 50/60 pezzi a seconda della qualità ma anche della forma del pezzo e della resina usata...) sono proprio più piccoli, come scalati, per intenderci.

    La mia ipotesi qui è che mentre le fusoliere provengono da uno stampo usato e gonfio, il musetto invece esce da uno stampo relativamente nuovo, e quindi è leggermente più grande. Quando si stampano grandi numeri, è importante comporre i pezzi che compongono un kit usando pezzi che provengono da stampi che hanno una vita simile.

    ma non sempre è possibile...

    La giunzione sotto l'ala invece è chiaramente un difetto del master originale. Ma dato che ci va il pilone, capisco perché non sia stato rifinito meglio. Chi fa master è abituato a lavori impegnativi, e una stuccatura così la considera insignificante. Il modellista che poi compra il prodotto finale però spesso la vede diversamente.
  • edited October 2013
    Come ho scritto, è il mio primo modello interamente in resina.
    L' attacco alare si risolve, il musetto anche, stando attenti a mantenere le forme corrette.
    Il ventre dell' ala è un problema, non si tratta di una semplice stuccatura, avendo i due tronconi spessori diversi, sia che stucchi il più fine, sia che scartavetri quello più spesso, dovrei lavorare tutta la superfice inferiore, per creare uno spessore crescente o decrescente graduale. Devo inventarmi il modo di coprire il tutto con il pilone, che fortunatamente è abbastanza largo.

    Comunque non avevo mai usato la carte abrasiva da 360 su un modello!!!

    Ciao Roberto
  • E si continua, colorati i vani carrello principale...

     

    Stuccato e reinciso il portello vano armi e ricostruito le bugne e le cerniere andate perse durante la lisciatura.

    notare la piastra da 0,25 mm incollata e stuccata sul fianco della gondola motore, per riempire il dislivello tra la parte anteriore, colata piena e il vano carrello.

    e un po dettaglio iniziale del motore, nella pagina usata come sfondo, si può vedere disegno del castello motore che dovrò costruire in seguito.

    E per questo fine settimana è tutto.

    Ciao ciao.

  • sei un cyborg, programmato per modellare :-)
  • Questa diagnosi ancora non me l' avevano fatta, è grave? Devo consultare uno specialista? @-)
  • No, devi solo cambiare olio, filtro olio, filtro aria e tendere la catena ogni 5.000 km.... :-D
  • ... a beh se è solo un problema meccanico, mi sento più tranquillo..
  • come scritto del Thunderjet, due giorni a fare il casalingo hanno dato i loro frutti....

    non è finito, mancano ancora dei montanti del castello e un sacco di particolari nella parte bassa.

  • Ancora avanti col motore, qualche ritocco ai difetti messi in evidenza dalle foto,tenete conto che il castello motore è lungo in tutto 1,5 cm, radiatore olio da fissare ai bracci inferiori, e si passa ad altro.

    Riconosciuto il microbo a fianco del motore?

    Ciao

     

  • Mi sono scordato della Meng ... ha annunciato a Norimberga il kit del Pucarà in ... 32 !!
    Target respira profondo ... scherzavo :-D
  • In 32 sarebbe davvero troppo grande già in 48 misura 30x30!
  • ammiro lo spirito con cui ha appreso la notizia contenuta nell'ultimo bollettino news MPM:

    c'è chi sarebbe entrato in depressione totale !

  • NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,NON CI CREDO, NOPN CI CREDO, NON CI CREDO,
  • GIOOOOCAAAAAA, PHOTOSCIPPATORE! : :-B :-9 ~x(
  • C'ero cascato anch'io, Giò te possino............!
    =)) =)) =)) :-9
  • a proposito di Pucarà, le riedizioni del kit sono appunto riedizioni ... a Norimberga sembrava avrebbero avuto almeno delle modifiche ai problemi che i kit hanno, ma in realtà poi sembra proprio si tratti di riedizioni e basta, con decals nuove magari, ma il resto immutato.
    Chiarmaente stiamo parlando del kit in 72.
    Comunque è da segnalare quanto sto kittino, sto soggetto poi, ha avuto successo, quanto meno in alcuni mercati ( UK per esempio ), se pure Airfix ha richiesta ed ottenuta una tiratura tutta sua, per altro aggiungendo una stampata in plastica per le parti che in origine erano in resina sul kit ceco. E alla fine il kit era andato esaurito ... per cui tiratura dopo tiratura ne hanno venduti evidentemente parecchi, se poi te lo ripropongono e con due scatoline, significa che il soggetto continua ad essere richiesto ... un marchio mainstream ste cose dovrebbe notarle e prendere nota ... perchè in questi casi significa che fare il kit con tecnologie non short run avrebbe avuto un buon ritorno ... Pucarà, Re 2005, X15, tre soggetti molto diversi ma che hanno avuto un successo notevolissimo ... ci riflettessero i marchi "tradizionali" ... uscisse in 48 veramente sto Pucarà avrebbe un buonissimo mercato , vero target ?
  • Come no, ne comprerei almeno 3: uno con Drone Mirach , uno sperimentale silurante e un What if con due turboventole in coda simil A-10! :-D

    A parte gli scherzi, il Pucarà in UK è andato bene, quando cercavo ispirazione per il mio ne ho trovati diversi fatti, sia in 72 che in 48, in resina della Heritage, che , se ho capito bene, dovrebbe essere un incubo simil mio!
  • Mimetizzato!  Diciamo che trascinandolo dall' Agosto 2013, causa  intermezzo per altri soggetti, vederlo con la mimetica fatta,  mi consola....

    image

    image

    image
  • fermo restando che mi piace un casino tutto il lavoraccio fatto per dettaglio, montaggio, ecc ... sempre bravo target, e che non ho niente da dire sulla qualità della stesura del colore, il suo invecchiamento .... l'unica cosa che non mi piace per niente è che le pannellature alari sono troppo marcate, irrealisticamente marcate. Non so se è la foto che esagera questo nero/scuro , per cui l'effetto è ingigantito, ma io smorzerei proprio di brutto questo contrasto, riportando il tutto a "più miti" contrasti ... dopo tutto se vedo le foto postate all'inizio non vedo ste striature nere nelle pannellature di fusoliera. immagino che pure le ali ... insomma, non roviniamo tutto ad un passo dalla fine !
    :-9
  • Concordo perfettamente, infatti sull' aereo vero non si vedono, anche se  avolte, noi non ce ne accorgiamo, sono le foto a far sparire dettaglio.. Purtroppo le pannellature troppo marcate sono dovute alla reincisione decisamente profonda.
    Non ho fatto lavaggi, ne nessun tipo di evidenziatura particolare, tranne un leggero post shading, colore su colore.
    Temo che rimarranno cosi. Al massimo potrei tentare, dopo il lucido, un lavaggio a olio tono su tono a schiarire le incisioni.
    Speriamo bene.

  • edited February 2016
    Nel mio piccolo ho sempre visto molta differenza e sensazione tra il vedere un modello ad occhio nudo e fotografato, ancora di più se poi photoshoppato e messo nelle riviste.
    Siccome l'ho visto dal vero il Pucarà di Roberto la pannellatura non è così marcata e farà un figurone ai prossimi concorsi. Poi come dici sempre tu, se uno dovesse fare esattamente la mimetica com'è nella realtà, le pannellature non si dovrebbero nemmeno vedere. Ricordo che ero a Zeltweg alcuni anni fa davanti ad un Hawk inglese di addestramento tutto nero lucido. Ad un paio di metri non si vedevano le pannellature e ho pure fatto alcune foto. Un velivolo del genere modellisticamente si dovrebbe riprodurre con una bella mano di nero lucido e poi basta. Se lo mostri in giro ti dicono che è un giocattolone!
  • Per quanto riguarda la stesura dei colori, mix di Tamiya e Gunze 1parte di colore, due di diluente tamiya "LACQUER THINNER" tappo giallo, cocktail perfetto, nenche vedevo il colore che si posava, sembrava che fosse il fondo a cambiare colore. Strato talmente resistente che dopo ogni mano ho lisciato senza problemi, delicatamente, con un panno del 4000 tutte le superfici.
  • Altri poiccoli passi, finalmente sta sulle sue gambe, anche se con un piccolo aiutino. Tardivi, retroattivi auguri!!!

    image

    image

    image


    image

    image

    image

    image

    image

    image
  • Quasi finito, peccato che mentre stavo dando l' opacizzante, muovo un piede e sento un flebile ma sinistro "cric".
    Mi immobilizzo quasi avesso messo il piede su una mina. Sento un rigolo di sudore scendermi dietro la schiena. Dopo un minuto buono di apnea, sollevo il piede lentissimamente e......

    .....vedo il canopy che, assunta la forma di una sogliola, mi supplicava di dargli il colpo di grazia.

    Prendo il calendario, impreco contro tutti i santi dal primo gennaio al 31 dicembre. Il 23 volevo presentarlo all' Eduard day a Praga! Comunque se l' Umanità è riuscita a mandare un trattore su marte, dovrei essere in grado di termoformarmi un canopy in acetato!

    image

    image

    image

    image

    image
  • Che meraviglia!
  • Roberto, prepara la cariola per le medaglie!
Sign In or Register to comment.
Origami
Origami is the Japanese word for paper folding. ORI means to fold and KAMI means paper and involves the creation of paper forms usually entirely by folding.

Social