Ma il miglior Macchi C. 200 in 1/72

edited July 2010 in Il Pub (off topic)
qual'è?
Mi riferisco alla serie senza canopy chiuso per la precisione.
L'AML mi sembra un pò grossolano nei dettagli e nella qualità  delle plastiche ma ha un bell' Anellino Magni a copertura del motore.
Di contro lo Special Hobby che è un Early e quindi con canopy chiuso, mi sembra poco veritiero nella copertura del motore, tralasciando il resto dell'aereo che non ho visto con attenzione.
Esiste un "terzo polo"?
Un macchino in 1/72 che a detta di molti, fa la felicità  dei modellisti specie quelli che una volta finito il modello non vorrebbero ritrovarsi con un Fiat G. 50 al posto di un Macchi C. 200?
:-| :-| :-|
Alan

Commenti

  • edited 1:54AM
    Domanda interessante, pure io vorrei saperne di più !
  • edited 1:54AM
    in realtà  c'è un terzo kit, anche se è derivato dallo SpecialHobby citato, ed è il kit commercializzato dalla Flying Machine di Milano, il marchio del negozio MrKit che con la MPM aveva sviluppato il kit, scegliendo di commercializzare la versione tarda e operativamente forse più interessante , lasciando ai cechi la versione con tettuccio scorrevole chiuso ...
    http://www.steelmodels.com/FLYING-MACHINES_Flying-Machines--Macchi-Mc-200-Serie-VII.1.1.26.gp.3556.-1.uw.aspx
    il kit è ancora disponibile presso qualche distributore, vedi il link sopra, forse pure presso lo stesso MrKit ... in questo caso rispetto al ceco abbiamo fusoliera e tettuccio modificato, il resto mi pare in comunella ...
    certo le pannellature sono meno segnate e direi più delicate ( positivamente ) rispetto a quanto fornito dalle varie scatole AML.
    Quale il migliore ? Forse, come spesso capita, un bel mix ... ma non mi pareva male questo MrKit in ogni caso.

    Aloa
  • Riapro questo thread ormai antico per aggiungere che nel frattempo era uscito l'Hobbyboss, kit che ho comprato un paio di settimane fa e sto guardando in questi giorni. Beh, se uno vuole un modellino da costruire velocemente e che assomigli ad un Mc.200 lo compri, se no meglio lasciarlo in negozio !
    Come linee ci sono un tot di magagne, tipo l'ala destra identica alla sinistra e la linea della gobba anticappottata non eccezionale. Il dettaglio è quello che ci si può aspettare da questi kit (che sono alla fine pensati per i principianti) ma se su altri loro kit è facile aggiungere dettaglio, qui c'è da bestemmiare di più, specialmente per i vani carrelli. Avendo in casa altri di questi kit (di cui il concetto mi piace molto), direi che anzi questo è uno dei loro kit meno dettagliati !
    Completamente inutili le decals, che come spesso capita a Hobbyboss (e non solo negli easy kit) sono ottime come qualità del film ma totalmente sballate come disegno.
    Il tutto per 10 Euro, cifra con cui posso comprarmi kit ben migliori, anche se nessuno che rappresenti un Mc.200
  • Frog ?..Revell ?....
  • HB mi sembrano i parenti poveri del Trombettiere.  Almeno questi uno su mille lo azzeccano!

    Speravo che lo IAR 80 fosse fatto bene anche perché Brizan di libri con disegni, quote  e dettagli dai manuali ne ha fatti ben due. Invece si sono affidati ad un vecchio trittico - ovviamente errato - con i carrelli troppo vicini tra loro!

    Proprio vero, la lo filosofia: "basta che assomigli" non si scalfisce.

  • Anche il Macchi ha subito la sorte del trittico errato e della conoscenza nulla del soggetto da parte dello staff progetti Trumpeter/HobbyBoss, che poi sono la stessa cosa. Peccato perchè il loro Macchi 200 è stata proprio una ennesima occazione persa.
  • Ve l'ho detto: parlando con il titolare di Braz model a Telford del 2015 mi diceva che lo avevano contattato da Trupetere per un  progetto e gli avevano fatto avere il disegno di partenza. Dopo quatto misurazioni li avvisò che erano sbagliati. La risposta fu che non aveva importanza. L'importante era che assomigliasse. O non hanno capito nulla del modellismo e del gran volume di appassionati che controlla quello che compra o il mercato cinese è più che sufficiente a fare utili (sospetto la seconda)  
  • Che gli appassionati controllino è poi tutto da verificare... sicuramente esiste una minoranza di modellisti attenta al discorso forme del modello rispetto all'aereo vero ma allo stesso tempo esiste una gran quantità di modellisti che non ci fa troppo caso. In casa trumpeter/HB di queste cose se ne fregano altamente in partenza ma anche altre case ben più blasonate hanno fatto delle cappelle notevoli senza che la cosa andasse a cambiargli la vita in fatto di vendite. Il 200 HB ha un tot di magagne ma i 202/205 Hasegawa non è che siano poi tanto migliori tutto sommato.
  • Se il metro di giudizio utilizzato per Spitfire, P51 e 109/190 fosse utilizzato per i Macchi 202/205 l'Hasegawa sarebbe giudicato in modo estremamente negativo, una caricatura con inaccettabili errori di forma e dimensione !
    la percentuale di controllori è estremamente limitata, anche perchè tanti di questi controllori in genere controlla le dimensioni massime, apertura alare e lunghezza, quello che succede nel mezzo sono in pochi a controllarlo. Secondo me chi controlla è meno dello 0,1% degli acquirenti ... poi è vero che quando questo 0,1% controlla e pubblica i risultati dei controlli ( a patto siano fatti per altro su documentazione valida, ci sono pure quelli che controllano ma hanno pubblicazioni o documentazione a sua volta errata! ) la percentuale di scontenti può aumentare, ma non credo arrivi a superare lo 0,5% complessivo.
    La massa è fatta di acquirenti che monta senza far caso a queste cose. Dopo tutto se guardo a quello che combinai io nella mia vita modellistica, che leggevo ammirato gli articoli di Piva, ma da solo non avevo mezzi per verificare su disegni certe cose ... e un modello Heller mi pareva superdettagliato perchè mi dava 4 pezzi per l'abitacolo contro il manichino su appoggi di un Airfix ... a 10/13 anni certe cose non le vedi, e credo pure oggi non ti interessino a quell'età ... ricordo che quando comprai il Supermodel, giudicato al tempo rarissimo, fui contentissimo per il solo fatto di poter montare un caccia italiano WWII ( non avevo mai trovato nulla di italiano, salvo il BR20 Italeri e i Caproni, con appeal nullo alla mia età, almeno rispetto ad un caccia, e che caccia ... )  e il modello era fantastico con il suo dettaglio, le possibili opzioni, ecc ... per cui l'"assomiglia" si comprende come funzioni alla grande comunque. Anche oggi in età matura vedo coetanei e anche più anzianotti che cascano dalle nuvole se gli spieghi certe "sottigliezze" e problematiche relative all'accuratezza e fedeltà di forme e dettaglio ... loro quel modello lo avevano preso perchè giudicato fantastico e prima che arrivassi io a fargli notare certe cappelle mai ne avevano sentito o capito qualche cosa. Possono pure darmi ragione, ma alla fine il modello se lo sono già preso e certo non lo cestineranno, anche perchè non esiste alternativa e la manualità o la voglia di modificare certe cose non c'è. Io so benissimo che certi modelli ( anche di soggetti a me molto cari, tipo lo Spit) sono cannati, ma magari li monto ugualmente da scatola, perchè non ho voglia, tempo o capacità per fare quelle modifiche per portarli allo stato dell'arte ( aspetto Italeri per modelli State of Art !!!).        
    :-D

    Mio cuggino ha un calibro placcato oro, forse me ne regala uno per Natale
Sign In or Register to comment.
Origami
Origami is the Japanese word for paper folding. ORI means to fold and KAMI means paper and involves the creation of paper forms usually entirely by folding.

Social